Inizia domani l'anno scolastico 2017-2018

Da venerdì a Firenze 43 mila studenti delle superiori. Anche al Meyer domani mattina suonerà la campanella. Scuole infanzia: fuga delle insegnanti. L'allarme della Fp Cgil


Firenze, 14-9-2017Nuovo anno scolastico ai nastri di partenza nella Città Metropolitana di Firenze. Tutto è pronto per l'inizio che porta grosse novità.

43 mila gli studenti che tornano sui banchi, 10163 quelli che approdano alla prima superiore. Il 47 per cento dei nuovi iscritti ha scelto l'indirizzo liceale (4814 studenti), il 21 per cento il professionale (2097), il 32 per cento l'indirizzo tecnico (32 per cento). Le percentuali delle prime riflettono l'orientamento complessivo degli studenti, con un incremento dei tecnici di un punto percentuale, la sostanziale rispondenza con l'indirizzo liceale, un punto percentuale in meno per il professionale.
"A tutti rivolgo il mio augurio - dichiara il Sindaco della Città Metropolitana Dario Nardella - per una crescita di competenza, di relazioni e di prospettive. Da parte nostra assicuriamo tutta la nostra attenzione per la cura del patrimonio scolastico a cui sono riservate, insieme alle strade, larga parte delle risorse della Metrocittà". Anche il territorio metropolitano di Firenze registra il trend regionale, con un certo calo degli istituti tecnici e professionali e un incremento dei licei. Più in generale c'è un calo nella popolazione scolastica pari a circa 400 studenti, da 43477 del 2016-2017 a 43026 del 2017-2018.
"La Città Metropolitana - spiega Giampiero Mongatti, consigliere delegato alla Rete scolastica - ha destinato per il nuovo anno scolastico 3 milioni e 268 mila euro a interventi ordinari, straordinari e minuti di manutenzione straordinaria nella disponibilità dei dirigenti scolastici, la cui attività viene ad affiancarsi a quella diretta della Città Metropolitana. La nostra attenzione a questi aspetti e alla formazione è costante".

Il Sindaco parteciperà venerdì 15 settembre 2017, alle ore 11, all'inaugurazione di un murales realizzato sull'intera facciata e su una parete laterale dell'Istituto Tecnico per il Turismo "Marco Polo" di Firenze, in occasione del primo giorno di scuola e a conclusione di un laboratorio con studenti e docenti che si è svolto nello scorso anno scolastico.

Intanto, in coincidenza con l'inizio del calendario scolastico, viene avviato un nuovo servizio di trasporto pubblico nelle aree Valdarno-Valdisieve e Mugello Alto Mugello della Città metropolitana. Il servizio sarà effettuato da ColBus, il raggruppamento che riunisce diverse Aziende locali (F.lli Alterini, S.A.M, Magherini e Autolinee Toscane) e che si è aggiudicato la gara bandita dalla Città metropolitana nell'estate dello scorso anno. Sul sito internet delle Scarl AmvAcvColBus, sono indicate le modalità di accesso ai servizi, i contatti a cui fare riferimento per ogni informazione di dettaglio e le informazioni sugli orari dei servizi effettuati. L'elenco generale delle corse extraurbane effettuate dai diversi gestori (Amv/Acv/ColBus) nonché le principali modifiche che interessano i servizi di Amv e Acv sono visibili sul sito internet della Città metropolitana.

“Accompagnate i figli a piedi o in bicicletta e’ un primo passo...”. Cosi’ l’assessore alla Mobilita’ del Comune di Firenze, Stefano Giorgetti, in previsione dell’ulteriore caos per la mobilita’ urbana in previsione della riapertura delle scuole pubbliche nei prossimi giorni.

A Firenze belle scuole dell'infanzia comunali 17 insegnanti comunali hanno scelto il ruolo allo Stato e verranno “rimpiazzate” da altrettanti insegnanti precari per almeno tutto l'anno scolastico che sta iniziando. Secondo la Funzione Pubblica Cgil, la politica dell'appalto nelle scuole dell'infanzia comunali, perseguita dalla Giunta Nardella/Giachi, sta producendo gravi danni. La Fp Cgil ha iniziato a dare il proprio contributo di idee per una scuola con un futuro credibile dal 2012 (Convegno “La scuola dei piccoli è una grande scuola”) convinta che la scuola comunale rappresenti una grande potenzialità per il territorio e, per questo, si debba costruire una prospettiva, anche se le risorse fossero minori.

Anche al Meyer domani mattina suonerà la campanella che segna l’inizio del nuovo anno scolastico. Ad attendere i bambini che frequentano la primaria, sarà una scuola tutta nuova, più grande e accogliente, realizzata grazie alla Fondazione Meyer, per rendere più piacevoli le ore dedicate alle lezioni e allo studio. I nuovi ambienti a disposizione dei piccoli e delle maestre, si trovano al secondo piano dell’ospedale pediatrico, proprio di fronte alla scuola secondaria e, attraverso grandi vetrate, si affacciano sull’orto-giardino della LudoBiblio: così tra la lettura di un testo e la risoluzione di un problema, si può anche ammirare l’oliveta. Quella del Meyer è una scuola davvero speciale che permette ai bambini e agli adolescenti ricoverati in ospedale di continuare a studiare, nel rispetto delle diverse esigenze di ognuno. La scuola ospedaliera si rivolge sia ai bambini che non possono allontanarsi dal letto sia a quelli che hanno la possibilità di recarsi nelle aule a loro dedicate. Il servizio viene erogato direttamente dall'ufficio scolastico regionale e prevede una collaborazione continua tra l’insegnante che lavora in ospedale e i docenti della scuola di origine del bambino, in modo da garantire il più possibile la continuità del percorso didattico. Nella scuola del Meyer è anche possibile sostenere gli esami di Stato del primo e del secondo ciclo di scuola superiore. A rendere possibile questo percorso, anche gli insegnanti volontari dell’associazione Amici del Meyer.

Saranno i bambini ad inaugurare la primaria “Andrea da Barberino”, ad invitare famiglie, insegnanti e cittadini ad entrare nella nuova scuola del futuro del territorio, incorniciata dalle colline di Barberino Val d’Elsa e Tavarnelle Val di Pesa. Un’inaugurazione che si ispira ai diritti dei bambini e alla multiculturalità è quella in programma domani, mercoledì 13 alle ore 18, con punto di ritrovo nell’area del Parco della Pineta, organizzata dal Comune di Barberino e dall’Unione comunale del Chianti fiorentino per presentare il completamento e l’apertura dell’edificio scolastico situato nell’area di Bustecca. Un ulteriore tassello che porta avanti il progetto di realizzare una vera a propria cittadella dell’educazione, nell’area dove già sono presenti la scuola dell’Infanzia La Casa del Sole e l’asilo nido Il Melarancio. Palloncini e articoli della Convezione dei Diritti dell’Infanzia e dell’Adolescenza dell’Onu investiranno l’edificio in occasione della festa che vede protagonisti i più piccoli. La scuola, un investimento da 7 milioni di euro, si estende su una superficie complessiva di oltre 3 mila metri quadri, è caratterizzata da soluzioni architettoniche volte a favorire il risparmio energetico come le aperture a vetro, l’impianto di riscaldamento radiante a pavimento alimentato da sonde geotermiche, le batterie fotovoltaiche e i pannelli solari termici sulla copertura per la produzione di acqua calda sanitaria. Proprietari della struttura sono il Comune di Barberino e il Comune di Tavarnelle che, insieme alla Regione Toscana, ha compartecipato al finanziamento dell’opera. La nuova struttura si compone di dieci aule. Gli oltre cento bambini iscritti avranno a disposizione una biblioteca, i laboratori, una sala riservata agli insegnanti, un refettorio, un’aula magna/palestra. L’inaugurazione sarà preceduta da una camminata con il coinvolgimento delle famiglie in partenza dalla pineta, accompagnata dal Corpo Musicale Oreste Carlini di San Casciano. Al taglio del nastro saranno presenti il sindaco di Barberino Val d’Elsa Giacomo Trentanovi, il sindaco David Baroncelli, il rappresentante dell’Ufficio scolastico regionale Marina Baretta, la dirigente scolastica dell’Istituto comprensivo Don Milani Paola Salvadori, l’assessore regionale alla Pubblica Istruzione Cristina Grieco.

Scarperia e San Piero il sindaco Federico Ignesti e l'assessore all'istruzione Loretta Ciani, si recheranno alla scuola primaria di San Piero a Sieve alle 9.20 e a quella di Scarperia alle 10.30 per dare il loro in bocca al lupo a tutti i bambini delle classi prime che iniziano il loro percorso scolastico, nell'occasione sarà consegnato ad ogni studente un piccolo dono. Successivamente l'amministrazione comunale attenderà presso l'auditorium di Scarperia la Dirigente Scolastica assieme ai neopensionati professori: D'Acunto Mariangela, Falcioni Maria Pia, Tarlini Rita, Lepri Romana, Tei Laura, Zago Franca, Tizzanini Manuela, Nardoni Emilio e Pinzauti Lisetta per un brindisi, un saluto e un ringraziamento per il lavoro svolto. Nell’occasione sarà presente anche la nuova dirigente scolastica Prof.ssa Meri Nanni e il predecessore Prof. Cesare Marrani che a sua volta passò il testimone alla Prof.ssa Fiorenza Giovannini. Ai dirigenti, che rappresentano l’istituzione scolastica, l’amministrazione consegnerà un omaggio realizzato dall’artista Luca Giannelli.

Redazione Nove da Firenze