Incendi: ancora 21 eventi in tutta la Toscana

Sempre al lavoro gli elicotteri e le squadre a terra a Marradi. Tutti a casa gli scout


FIRENZE– Sono 21 in tutto, ad ora, gli eventi che impegnano uomini a terra e mezzi aerei in tutta la regione. Da segnalare in particolare l'incendio scoppiato ieri a Marradi e due iniziati intorno alle 14,30 sull'Amiata nel comune di Sorano (GR) e a Montopoli (PI). La Sala operativa antincendi boschivi della Regione informa che nelle operazioni di spegnimento dell'incendio di Marradi, in località Gamogna, sono al momento impegnati 2 elicotteri della flotta regionale e oltre 30 persone suddivise in 8 squadre. Nel comune di Sorano (GR) è scoppiato un incendio nel primo pomeriggio, intorno alle 14,30, che ha richiesto l'intervento di 3 elicotteri della flotta regionale e di 5 squadre per un totale di 14 persone che fanno parte dell'Unione dei Comuni del Fiora e dei Vigili del Fuoco. Infine a Montopoli, in provincia di Pisa, un incendio di vegetazione anche questo iniziato nel primo pormeggio vicino ad abitazioni lungo le sponde dell'Arno, sta impegnando 1 elicottero oltre a personale Aib e dei Vigili del Fuoco.

Sono 15, al momento, gli ettari di superficie andati a fuoco nell’incendio divampato ieri a Marradi, nell’area dell’Eremo di Gamogna, e che ancora non è stato domato. Sul posto, come segnalato dalla Regione, stanno operando due elicotteri della flotta regionale, elifirenze ed elipistoia, oltre a 7 squadre a terra di volontari, dell'Unione Comuni del Mugello e di Vigili del Fuoco, con due mezzi-autobotti, e una terza di rinforzo in arrivo da Firenze. Ulteriori mezzi in arrivo. Le operazioni di spegnimento, secondo quanto segnalato dalla Sala operativa della protezione civile della Città Metropolitana, potranno protrarsi fino alla notte, a causa della difficoltà di operare e far arrivare acqua nella zona del rogo, particolarmente impervia.

“La situazione non è ancora stabilizzata e sta proseguendo incessantemente il lavoro e gli interventi delle squadre anticendio boschivo - spiega il sindaco di Marradi Tommaso Triberti, che si trova sul posto -. A questo proposito, vorrei rivolgere un forte e sentito ringraziamento a tutti gli operatori, dalla Protezione civile regionale a l’Ufficio Associato del Mugello, Vigili del fuoco e i volontari Vigili del fuoco di Marradi, volontari e il personale dell’Unione dei Comuni - prosegue il sindaco Triberti -,la Misericordia per i soccorsi prestati agli scout e la collaborazione fornita insieme all'associazione Lutirano ieri sera nel dare supporto, assistenza e un pasto ai ragazzi che abbiamo radunato al Centro di Protezione civile di Marradi in attesa dei genitori, e con loro - conclude il sindaco - privati cittadini e in particolare la famiglia Camurani che ci stanno dando supporto”.

Sono tutti tornati alle loro case, gli ultimi tre stamattina, gli scout che si trovavano nell'area la momento dell'avvio dell'incendio ed erano stati trasportati al punto medico allestito in zona e all'ospedale di Faenza.

Redazione Nove da Firenze