In viaggio d’istruzione a Firenze i ragazzi del liceo di Amatrice

L'iniziativa è promossa da Property Managers Italia insieme al Ministero per i Beni Culturali e3 al Comune di Firenze.


Con una conferenza stampa al Museo Nazionale del Bargello è stato presentato in tutti i suoi dettagli “Property Managers Italia per gli Studenti di Amatrice”, il viaggio d’istruzione a Firenze di due classi di studenti del Liceo Scientifico di Amatrice (16 ragazzi e due insegnanti), che inizia oggi e durerà fino a sabato.

L’iniziativa benefica è stata organizzata e promossa dall’associazione nazionale Property Managers Italia (www.propertymanagersitalia.it) con il patrocinio del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali.

Il Ministro Franceschini ha inviato un messaggio di apprezzamento rivolto agli stessi organizzatori, letto dalla dott.ssa Paola D’Agostino, Direttrice del Bargello, che ha fatto gli onori di casa:

“Sono particolarmente onorata di rappresentare il MiBACT in quest’importante iniziativa. È una gioia poter accogliere gli studenti e i docenti di Amatrice al Bargello, il primo Museo Nazionale del Regno d’Italia, luogo topico per la scultura e le arti decorative del Rinascimento e della storia di Firenze. Sono anche molto grata ai funzionari storici dell’arte dei diversi Musei del Bargello che hanno dato la loro disponibilità ad accompagnare gli ospiti di Amatrice in visite loro dedicate al Bargello, alle Cappelle Medicee, a Palazzo Davanzati e a Orsanmichele”.

Anche il Comune di Firenze, che mercoledì accoglierà gli Studenti a Palazzo Vecchio per una visita guidata, ha concesso il Patrocinio all’iniziativa organizzata da PM Italia e partecipato alla conferenza stampa con la Vicesindaca Cristina Giachi:

“Una bellissima iniziativa - ha rilevato la Vicesindaca e Assessora all'Educazione del Comune di Firenze - il terremoto che ha scosso Amatrice e le zone del centro Italia la scorsa estate ci ha colpiti tutti, profondamente. Ed è giusto continuare a far sentire ai ragazzi di Amatrice che non sono soli e dimostrare che una nuova normalità è possibile. Un gesto di solidarietà concreta, di vicinanza e condivisione”.

L’associazione PM Italia guidata da Stefano Bettanin, ha ideato e organizzato l’iniziativa, seguendone tutti dettagli, e si è fatta carico delle spese del viaggio e del ristorante per i pranzi e le cene dei ragazzi. Ha inoltre messo a disposizione appartamenti bellissimi nel cuore della Città, per dar loro modo di vivere Firenze, capitale della cultura, come fossero abitanti del luogo, secondo la filosofia di PM Italia.

Ha spiegato Stefano Bettanin: “L’idea era di far sentire a casa, oltretutto in una delle città più belle del mondo, chi una casa l’ha persa con il sisma dell’estate 2016 e consentire ai ragazzi di vivere una nuova esperienza: un soggiorno culturale immersi nella realtà del posto, facendoli sentire protagonisti del viaggio, secondo la filosofia propria di PM Italia. Il nostro progetto è stato fin da subito accolto con entusiasmo dalle Istituzioni, che non possiamo che ringraziare, e questa iniziativa rappresenta un esempio plastico di come da una sinergia virtuosa tra pubblico e privato possano scaturire solo buoni frutti. Confidiamo nello stesso spirito di collaborazione a livello nazionale sul fronte aperto delle nuove norme sugli affitti brevi, il settore dello short term rental in cui operiamo in discussione in questi giorni in Parlamento”.

Anche il Comune di Bagno a Ripoli si è messo a disposizione e l’Assessora al Turismo e Sviluppo Economico Francesca Cellini ha dato in il benvenuto ai ragazzi in conferenza stampa a nome del Sindaco Francesco Casini e di tutta la sua comunità:

"Siamo orgogliosi di ospitare per una giornata di svago sul nostro territorio gli studenti di Amatrice: visiteranno alcuni dei nostri luoghi di cultura come l'Oratorio di Santa Caterina delle Ruote, per poi fare rafting a Marina di Candeli, un piccolo paradiso naturalistico. Li accoglieremo a braccia aperte, con il sorriso e quell'energia che la nostra popolazione, dalla terribile notte del sisma dell’agosto scorso, sta mettendo in campo per sostenere con tante iniziative di solidarietà le città del Centro Italia colpite dal terremoto".

Entusiasmo e apprezzamento da parte dei ragazzi e dei professori del Liceo Scientifico di Amatrice, che hanno portato in dono agli organizzatori una targa in segno di riconoscenza ma soprattutto un sacchetto che contiene della terra raccolta dai ragazzi nel giardino della Scuola.

I ragazzi posteranno le foto della loro visita sulla pagina FB del Liceo Scientifico di Amatrice con l’hashtag #PMItaliaXAmatrice.

Redazione Nove da Firenze