In Toscana retail, edilizia e automotive trainano la digitalizzazione delle PMI

Partita la seconda edizione della Tuscan Big Data Challenge. Prorogati i termini del premio ‘Innovazione Toscana’. Al Convitto della Calza convegno su Industria 4.0 nella Firenze metalmeccanica.


Dopo il successo della scorsa edizione, torna la Tuscan Big Data Challenge, l’opportunità gratuita rivolta a tutte le imprese toscane interessate a esplorare le potenzialità dei big data nel proprio business.Per analizzare i big data, definiti il petrolio del nuovo millennio, e sfruttarne così le potenzialità, occorrono tecnologie e metodi specifici, che non sempre le imprese di piccole e medie dimensioni hanno a disposizione. Per questo il laboratorio SoBigData.it, formato da ricercatori di università e centri di ricerca toscani come il CNR di Pisa, l’IMT Alti Studi Lucca, la Scuola Normale Superiore e l’Università di Pisa, offre un supporto per aiutare le aziende toscane ad esplorare i propri dati.L’obiettivo della Tuscan Data Challenge è dare la possibilità a tutte le aziende toscane, comprese anche quelle di piccole e medie dimensioni, che di solito non utilizzano i propri dati, di entrare nel mondo dei Big Data.Tra le aziende che si sono aggiudicate la scorsa edizione figurano sia piccole startup che aziende più strutturate.La startup fiorentina Kinoa, che ha sviluppato una app in grado di segnalare i migliori percorsi per chi si sposta in città con la sedia a rotelle, ha approfittato del supporto tecnico per individuare in modo più preciso i punti della rete stradale e migliorare così la mappatura degli ostacoli. Smartlex, uno spin off della Scuola Superiore Sant’Anna, sta mettendo a punto un sistema automatico in grado di fornire assistenza legale alle vittime delle pratiche commerciali scorrette attraverso la ricerca di sentenze sullo stesso argomento. Durante la collaborazione, i ricercatori di SoBigData hanno aiutato l’azienda creando contatti con istituti e aziende del settore e hanno sviluppato una demo del sistema.Tra i vincitori della scorsa edizione c’è anche un importante gruppo bancario italiano, che nell’ambito della Tuscan Data Challenge ha sviluppato un sistema in grado di consigliare i prossimi investimenti sulla base delle scelte compiute dagli altri clienti. Da questo lavoro è nata anche una pubblicazione presentata a una conferenza scientifica.Ma anche le imprese di settori più tradizionali possono partecipare alla Challenge. Le aziende del comparto produttivo, per esempio, registrano quotidianamente dati attraverso i macchinari. Quando questi sono in funzione, reti di sensori ne monitorano costantemente i consumi, l’usura e la produttività. Un’analisi approfondita di questi dati può aiutare a migliorare l’efficienza della macchina, predirne i guasti e ridurre il numero di pezzi difettosi portati in commercio.Inoltre anche la semplice presenza su internet - attraverso il sito aziendale e i social network - produce tutta una serie di dati che, se opportunamente raccolti e analizzati possono essere utili per prevedere nuovi mercati ed essere più competitivi.Alla challenge possono partecipare tutte le imprese con sede in Toscana.

Premio ‘Innovazione Toscana’: c’è tempo fino a venerdì 10 novembre per la presentazione delle candidature. Start up innovative, progetti di ricerca e sviluppo, brevetti e una sezione speciale per l’innovazione 4.0, questi i settori in cui è articolato il Premio, lanciato quest’anno dal Consiglio regionale insieme ad Anci Toscana, Confindustria, Unioncamere Confcommercio, Confesercenti, Confartigianato, Cna e Casa Artigiani per sostenere e valorizzare la ricerca, l’innovazione tecnologica e digitale delle imprese toscane, promuovere l’iniziativa giovanile e il potenziale innovativo del territorio. Il proposito è quello di far emergere progetti ed esperienze imprenditoriali di successo che, nel corso dell’ultimo biennio, si siano adoperati per il rafforzamento delle radici e delle filiere locali, valorizzandole e attualizzandole, sia nelle produzioni sia nei progetti, e si siano distinti per aver coniugato ricerca, innovazione e risultati economici. Le iscrizioni sono aperte dal 16 ottobre, attraverso la piattaforma web appositamente realizzata (www.premioinnovazionetoscana.it). La proroga – il termine era stato inizialmente fissato per il 6 novembre – è stata decisa dal Comitato organizzatore del Premio, per consentire alla segreteria di rispondere puntualmente alle segnalazioni e alle richieste di approfondimento pervenute dai soggetti interessati a partecipare, che così avranno modo di espletare in maniera più efficiente le procedure previste per la compilazione della documentazione e la presentazione delle domande. Le modalità di inoltro delle candidature restano immutate.

axélero, società attiva nel settore della digitalizzazione delle imprese, ha lanciato l’innovativa piattaforma mysuite, un prodotto all-inclusive che permette alle piccole e medie aziende, ma anche artigiani, commercianti, professionisti e partite IVA, di controllare e gestire il proprio business online. Un servizio a 360 gradi che permette alle Piccole e medie aziende di avvantaggiarsi delle soluzioni e delle strategie di marketing fino ad ora appannaggio delle big company. Migliaia di aziende in tutta Italia si stanno dotando di questo innovativo strumento, tra cui quelle toscane che vantano ben 50 piattaforme mysuite già rilasciate e operative.

In particolare, hanno scelto l’innovazione digitale soprattutto le aziende toscane che si occupano di vendita al dettaglio (il 24% del totale), edilizia (il 18%) e automotive (14%). Le aziende che hanno scelto la piattaforma mysuite per innovare il proprio business e adeguarsi al trend internazionale di digitalizzazione di tutte le attività imprenditoriali provengono da quasi tutto il territorio toscano.

recensioni-axelero-Toscana.pngIn particolare, Livorno è la provincia che ha fatto registrare il maggior numero di adesioni, con il 24% delle attivazioni, a cui seguono le province di Pisa (22%), Massa Carrara (18%), Siena e Firenze (entrambe il 14% delle attivazioni)e Lucca (8%). Queste piccole aziende che hanno digitalizzato il proprio business con la piattaforma mysuite, si sono rese in questo modo più competitive sul mercato, perché hanno sfruttato le potenzialità del web e dei Social Network per attrarre nuovi clienti e gestire al meglio quelli già fidelizzati. Tra gli early adopter toscani di mysuite anche Manuela Menchetti, titolare dell’azienda edile Menchetti Rossi di Rapolano Terme: "Finalmente abbiamo anche noi un sito aziendale, ci abbiamo pensato tanto prima di approvare i vari progetti, che non ci hanno mai convinto del tutto, fino ad oggi: siamo pienamente soddisfatti del risultato, che ci rappresenta appieno; grazie alla collaborazione con il team axélero e la new entry nell'azienda il Geom. Stefano Rossi che ha fornito tutto il materiale richiesto e si è speso insieme al team axélero per arrivare ad un risultato davvero soddisfacente”.

La mission di axélero è aiutare i piccoli imprenditori a sfruttare le potenzialità del loro mercato istruendoli a ricavare il massimo dagli investimenti sul web. Per questo nasce mysuite, una piattaforma integrata evoluta di facilissimo utilizzo che consente di far confluire tutti i dati relativi al traffico generato da sito e social in un unico strumento. Il cliente ha quindi la possibilità di utilizzare i nuovi contatti acquisiti (altamente potenziali), per creare in autonomia campagne mirate di marketing attraverso e- mail, sms, coupon, oltretutto con il nostro supporto come esperti di marketing" commenta Denise Diana, Team Manager Toscana, axélero.

Quali sono gli scenari futuri prospettati dalla tendenza a implementare l’automazione industriale? A quali cambiamenti nelle condizioni di lavoro porterà l'integrazione nei processi di lavoro di queste nuove tecnologie produttive? Alla luce di questa nuova frontiera competitiva per il sindacato si apre una sfida, quella di continuare a rappresentare i lavoratori al meglio e sviluppare nuove iniziative contrattuali a livello nazionale e territoriale. Questo il tema che sarà oggetto del convegno "E' già domani - Firenze metalmeccanica 4.0" che si terrà Martedì 7 Novembre 2017, dalle 9.30 alle 13. presso il Convitto della Calza (Piazza della Calza, 6 Firenze).


Redazione Nove da Firenze