In arrivo nelle tabaccherie il sigaro “Granduca di Toscana Cosimo I”

La nuova proposta delle Manifatture Sigaro Toscano


Roma, 14 marzo 2017- Per celebrare le origini del tabacco in Italia, Manifatture Sigaro Toscano ha realizzato il nuovo sigaro Granduca di Toscana Cosimo I, dedicandolo a colui che per primo ne diffuse l’uso, ponendo le basi per la nascita dei sigari a marchio Toscano.

Era il 1560, infatti, quando il Granduca di Toscana Cosimo I de’ Medici ricevette in dono dal vescovo di Sansepolcro dei semi di tabacco, che decise poi di far coltivare ai suoi sudditi, consentendo così l’avvio della produzione del tabacco in tutta la Toscana e, in particolare, nell’Alta Valtiberina, considerata tuttora una delle aree di coltivazione più produttive del Bel paese.

A richiamare le nobili origini del nuovo sigaro, gli elementi caratteristici dell’antico stemma mediceo: i cinque bisanti e lo sfondo azzurro.

Granduca di Toscana Cosimo I ha nel ripieno la forza delle foglie medio-alte e apicali del tabacco kentucky americano - affumicato per più di 30 giorni con legno di noce e quercia - bilanciata dal tabacco toscano. Nella fascia, invece, risiede l’emblema delle sue origini: una foglia di tabacco kentucky della Valtiberina, che assicura una combustione regolare e influenza positivamente le componenti aromatiche e di gusto. Il Granduca di Toscana Cosimo I è un sigaro a lunga fermentazione dal gusto ricco ed elegante, con note dolci e speziate.

Redazione Nove da Firenze