Rubrica — Editoria Toscana

“Il tempo e l’eterno”: al via il Novembre Stenseniano

Tra gli ospiti Sergio Givone, Raffaella Setti, Stefano Campi


Ha senso parlare di “felicità eterna” dal momento che è un sentimento umano che si vive solo nel tempo in contrapposizione ad un sentimento opposto? Eterno ed eternità sono sinonimi oppure designano esperienze, concetti e significati non convergenti e antinomici?

A questi profondi interrogativi cercherà di rispondere il nuovo Novembre Stenseniano della Fondazione Stensen, in collaborazione con l’Accademia della Crusca, un ciclo di incontri dal titolo “Il tempo e l’eterno”, in programma da domani, sabato 9 novembre a sabato 7 dicembre presso l’auditorium della Fondazione Stensen (viale don Minzoni 25, ingresso libero, ogni sabato alle 15.30).

Il “tempo” e l’”eterno” non sono solo parole ricorrenti nel linguaggio comune e nelle conversazioni abituali, ma anche concetti complessi che, in relazione al mutare del contesto e dell’ambito di riferimento, possono assumere significati diversi. Ecco perché, proprio per approfondire questi concetti che ricorrono, è stato organizzato questo ciclo di incontri. Ogni singola sessione del percorso proposto sarà preceduta da una breve riflessione linguistica a cura dell’Accademia della Crusca.

Si inizia sabato 9 novembre con “L’infinito nella filosofia e nella letteratura” con Marco Biffi, Sergio Givone e Marco Gigante. 

Sabato 16 novembre “L’infinito nella matematica” con Miriam Di Carlo, Daniele Mundici, Stefano Campi.

Sabato 23 novembre “Il tempo e la storia” con Francesca Cialdini, Fabio Dei, Gloria Roselli. 

Sabato 30 novembre “L’Eterno e l’eternità” con Sara Giovine, Gianluca Garelli, Guido Frilli. 

Ultimo appuntamento sabato 7 dicembre con “fine dei tempi?” con Raffaella Setti, Piero Capelli, Federico Squarcini. 

Redazione Nove da Firenze