​Il futuro di piazza dei Ciompi: il sindaco Nardella incontra i cittadini

Un incontro per confrontarsi con i cittadini sul futuro di Sant’Ambrogio


Molte finestre si affacciano sulla storica piazza che vide i laboratori di Ghiberti e Cimabue, la piazza dei rigattieri e di Amici Miei, uno spazio urbano che ospita oggi la restaurata Loggia del Pesce e si affaccia su una distesa di catrame adornata solo da un splendido pino isolato.
Il rione è quello di Sant'Ambrogio, tra i più 'caldi' e sensibili ai temi del degrado e della movida. Qui in passato si sono animati dibattiti accesi tra i cittadini attivi in difesa del Mercato e della residenza, senza dimenticare le rivendicazioni degli ambulanti a posto fisso e la nascita di movimenti quali "Ma noi quando si dorme?" estesosi poi a Santa Croce e via de' Benci.

Da quando il Mercato delle Pulci è stato spostato in piazza Ghiberti molti fiorentini attendono di conoscere quale sia il progetto amministrativo sulla piazza.
Dopo i primi tentennamenti si è fatta largo l'ipotesi che l'antiquariato possa per sempre abbandonare l'area. Si è parlato di una piazza dedicata al Food and Beverage; solo una provocazione?
Nelle recenti dichiarazioni del primo cittadino sembra infatti che il centro storico trasformato in "tavola calda" non sia la priorità ed anzi, sarebbe possibile qualche passo indietro sul trend degli ultimi anni. Ed allora, cosa accadrà?

Le risposte sono attese dall'incontro che avrà luogo domani, martedì 28 febbraio con il sindaco di Firenze Dario Nardella che parteciperà ad una assemblea pubblica organizzata dal Circolo 2 Pd di Santa Croce proprio per discutere delle tematiche legate ai progetti di questo importante rione storico della città.

L’appuntamento è per le ore 21 alla Sala Arci di Piazza dei Ciompi 11. Con il sindaco Nardella interverrà il segretario del circolo Ugo Caffaz.

Antonio Lenoci