Il 25 aprile le celebrazioni della Liberazione

Il giardino di Mantignano intitolato ai Caduti del 4 agosto 1944. Enrico Rossi: "Ideali di allora fondamento delle sfide di oggi"


FIRENZE- C'è un filo che collega coloro che che si batterono e morirono per liberare l'Italia e il nostro presente. Quel filo sono gli ideali di libertà, di pace, di giustizia sociale, sono i diritti ottenuti allora e da difendere oggi e nel futuro, grazie anche all'impegno di una generazione di giovani. Così il presidente della Regione Toscana Enrico Rossi ha voluto sottolineare la piena continuità tra la lotta per la resistenza e la liberazione dal nazifascismo e le battaglie di oggi intervenendo alla Nuovo Pignone di Firenze alla manifestazione indetta come ogni anno dalla Rsu alla vigilia del 25 aprile e in particolare per ricordare i lavoratori della fabbrica, che all'indomani dello sciopero per la pace e la libertà indetto nella primavera del 1944 furono deportati e uccisi nei lager nazisti.

Il giardino di via di Mantignano è da oggi dedicato ai Caduti del 4 agosto 1944. Alla cerimonia di intitolazione, questa mattina a Mantignano, erano presenti l’assessore alla Toponomastica Andrea Vannucci, il presidente del Quartiere 4 Mirko Dormentoni e il presidente del Consiglio regionale Eugenio Giani.

Anche a Reggello si ricorda il 72° anniversario della Liberazione dal Nazifascismo, con celebrazioni che si svolgeranno il prossimo martedì 25 aprile. Alle 8,30, da piazza IV novembre, partirà il bus che si dirigerà in loc. Secchieta per la deposizione della corona di alloro al Cippo dei Partigiani, con l’accompagnamento musicale dell’Ensemble di ottoni della Filarmonica “Giuseppe Verdi” – Associazione Musicale Giovanni da Cascia”. Subito dopo si tornerà a Reggello dove alle 11,15 ci sarà il saluto delle autorità e di seguito la deposizione delle corone di alloro ai monumenti dedicati ai caduti. In conclusione ci sarà l’esibizione della Filarmonica “Giuseppe Verdi”.

Programma intenso per il 25 Aprile a Barberino di Mugello con il Comune, l’ANPI ed altre associazioni del paese impegnate. Le celebrazioni per il 72° anniversario della Liberazione dal Nazifascismo vivranno un primo prologo nella serata di stasera, Le celebrazioni istituzionali poi si svolgeranno nella giornata di Martedì 25 Aprile con il ritrovo alle 9:00 davanti al Municipio, la deposizione di una corona al Monumento ai Caduti di tutte le guerre ai giardini pubblici di v.le della Repubblica ed il saluto delle Autorità presenti. A seguire il Corteo con la Filarmonica Giuseppe Verdi di Barberino e dalle 11 la Santa Messa alla Pieve di S.Silvestro in suffragio dei Caduti di tutte le guerre. Nel pomeriggio, a partire dalle 15, le iniziative si sposteranno all’interno del Teatro Corsini dove l’Amministrazione comunale di Barberino di Mugello e locale Sezione ANPI, consegneranno una pergamena di riconoscimento ai familiari dei componenti del Comitato Barberinese di Liberazione Nazionale, che contribuirono alla lotta per la liberazione del paese nel 1944. Il pomeriggio sarà introdotto dalla relazione del Prof. Fabio Bertini, dell’Istituto Storico della Resistenza in Toscana, “Pane lavoro e libertà: Barberino dalla dittatura alla democrazia”, che di fatto sarà l’introduzione anche al lavoro di ricerca storica che Comune di Barberino e ANPI stanno portando avanti per la pubblicazione di un volume che racconterà le figure principali che si distinsero in quegli anni a Barberino, nella lotta per la democrazia e la libertà. Nell’occasione sarà data lettura del documento redatto nella prima riunione dal CBLN dopo la liberazione di Barberino. A chiusura del pomeriggio sarà proiettato il film “ Il cielo cade” di Andrea e Antonio Frazzi.

Per celebrare la Festa della Liberazione Nazionale, la città di Prato prevede un ricco programma di appuntamenti. Alle 8 con il rintocco della campana di Palazzo Pretorio "La Risorta" la delegazione partirà da Piazza del Comune per deporre le corone di alloro ai monumenti e alle lapidi commemorative sul territorio comunale. Alle 9:30 si terrà la S. Messa nella Cattedrale di Santo Stefano. Alle 10:30 seguirà il corteo composto dalle autorità, dal gonfalone del Comune di Prato con i valletti comunali, partirà per Piazza delle Carceri, dove alle 11 si terrà la cerimonia militare solenne, con l'alzabandiera, l'"Onore ai caduti" e la deposizione della corona di alloro al Monumento. parteciperà il Corpo dei Valletti Comunali. Il corteo ripartirà poi verso Piazza del Comune, dove alle 11:45 ci saranno gli interventi del presidente dell'ANPI provinciale Angela Riviello e del sindaco Matteo Biffoni. Alle 16 in Piazza delle Carceri la cerimonia di ammainabandiera. Il pomeriggio alle 16,30 in Piazza del Comune avrà luogo il concerto bandistico della Filarmonica "G.Puccini" di Galciana. Durante tutta la cerimonia e alla sfilata sarà presente la Filarmonica "G.Puccini" di Galciana.

L’importanza della memoria per non dimenticare e sensibilizzare i giovani ai valori di libertà e democrazia. Con questi obiettivi il Comune di Sinalunga celebra il 25 aprile con appuntamenti che coinvolgeranno il capoluogo e le frazioni nella giornata della Festa della Liberazione dell’Italia dalla dittatura nazi-fascista. Il programma comincerà alle ore 9,30 in Località Le Macchiaie con la deposizione della corona al monumento in ricordo di Pasquale Moscadelli e Alduino Grazi a cui seguirà la deposizione della corona al monumento “Una pagina di Storia” nei giardini di via Nello Boscagli. Alle ore 10,30 in Piazza Garibaldi è in programma la manifestazione commemorativa con la Fanfara dei Bersaglieri di Siena alla quale interverranno il sindaco del Comune di Sinalunga Riccardo Agnoletti e il vicepresidente Anpi di Siena Fabio Mugnaini. Parteciperà anche una rappresentativa ella Pro Loco Sinalunga e della Pro Loco Bettolle. Alle ore 13 lo stadio comunale ospiterà il pranzo con la Fanfara dei Bersaglieri (su prenotazione ai numeri 34916398713408370574). Il finale della giornata è affidato alla Passeggiata Ecologica all’Acqua Passante organizzata dall’Associazione Atletica Sinalunga (ritrovo ore 16,30 – Giardini Pubblici di Rigaiolo.

Il Comune di Cascina celebrerà il 72 anniversario della Liberazione con un corteo e una deposizione di una corona al monumento di piazza dei Caduti. Il programma prenderà avvio alle ore 9.30 di martedì 25 aprile con il raduno delle autorità e delle associazioni combattentistiche di fronte al municipio, in corso Matteotti 90. Seguiranno il corteo fino a piazza dei Caduti, la deposizione della corona al monumento e gli interventi di Franco Tagliaboschi, della sezione Anpi di Cascina, e di Michele Parrini, vice sindaco del Comune di Cascina.

Redazione Nove da Firenze