I lavori sulla S.S. 67 creano disagi per il commercio alle Sieci

Confesercenti chiede la sospensione durante le festività natalizie. Bretellina di Capalle: al via i lavori


In riferimento al programma dei lavori in corso sulla S.S. 67 che prevede la realizzazione della fondazione del guardrail nel tratto fra Pontassieve e Sieci interessato nei giorni scorsi dall’abbattimento dei pini che fiancheggiavano la carreggiata, con l’istituzione di un senso unico alternato,Confesercenti Valdisieve richiede la sospensione del cantiere e del senso unico almeno per il periodo delle festività natalizie. Tale richiesta è stata avanzata nei confronti di Anas, anche, dal Comune di Pontassieve; purtroppo senza ricevere una risposta. L’amministrazione comunale era intervenuta nei tempi idonei per chiedere la sospensione del lavori stradali, ciò per non arrecare ulteriori danni a cittadini e commercianti del territorio. Lo svolgimento dei lavori, nel tratto di strada, era previsto per il mese di luglio 2017, poi vi è stato un rinvio per problemi legati unicamente ad Anas. Sia i cittadini che i commercianti di Sieci, Pontassieve e Compiobbi hanno avanzato numerose proteste per il disagio che l’interruzione stradale, a ridosso delle festività, potrebbe causare.

Come Confesercenti condividiamo e sosteniamo la richiesta avanzata dall’amministrazione comunale nei confronti di Anas, circa la sospensione del lavori stradali nel periodo delle festività natalizie. – afferma Claudio Clementi, Responsabile Confesercenti ValdisieveCi tengo a sottolineare che si tratta di lavori non urgenti, il cui ritardo è dovuto a problemi di Anas e le cui conseguenze non possono ricadere su commercianti e cittadini del territorio, già profondamente danneggiati dalle opere stradali che hanno interessato la S.S. 67 negli ultimi mesi.” “Voglio ricordare che è il secondo anno consecutivo che un’interruzione stradale, a ridosso delle festività natalizie, interessa il collegamento tra il capoluogo con la principale frazione e che le code che inevitabilmente si genereranno potrebbero dissuadere i cittadini a spostamenti verso le attività commerciali presenti nel territorio con danni economici rilevanti ed ingenti in un momento importantissimo, come quello del Natale, per loro.– conclude Clementi – Massacrare ulteriormente i commercianti, già profondamente messi a dura prova dalla crisi economica degli anni, ci pare alquanto inappropriato e scorretto; per questo condanniamo l’atteggiamento di Anas che sembra non tenere in considerazione il tessuto economico e sociale del nostro territorio.

"Entro la fine del prossimo anno - sottolinea il Sindaco Emiliano Fossi - si concluderanno i lavori della bretellina di Capalle. Tutti noi abbiamo a cuore futuro di Capalle e dobbiamo lavorare tutti insieme per questo obiettivo: da decenni viene atteso che sia risolto il problema della viabilità ed adesso, finalmente, siamo al traguardo. La bretellina è l'unica soluzione possibile e risolverà, in via definitiva, il problema della viabilità nella frazione". La scorsa estate sono iniziati i lavori per la realizzazione dei marciapiedi, progetto elaborato e condiviso con la comunità nel percorso del Bilancio Partecipativo. Con il cantiere aperto per questo intervento abbiamo istituito il senso unico. La sperimentazione di questa soluzione è durata fino allo scorso 30 novembre ed è stata prorogata fino a fine febbraio 2018 per consentire i lavori alla rete idrica che saranno funzionali sia alla bretellina che per il potenziamento della rete attualmente esistente per le abitazioni. Con risorse provenienti da mutui, in questi giorni, sono partiti gli espropri dei terreni, e a febbraio saranno assegnate le aree ai lottizzanti; entro il mese di aprile partiranno i lavori per la realizzazione della bretellina che sarà ultimata entro la fine del 2018. Una volta iniziati i lavori, entro 4/5 mesi, verrà realizzato il primo braccio della bretellina che rappresenterà il prolungamento della circonvallazione nord ed andrà ad unirsi alla viabilità interna della nuova lottizzazione che è già stata realizzata. Così già avremo una sorta di bypass provvisorio che alleggerirà l'impatto del traffico su via del Tabernacolo e via dei Confini. Nell'assemblea pubblica dello scorso lunedì il Sindaco e la Giunta hanno presentato la road map dei lavori, per arrivare alla soluzione definitiva del problema viabilità. Insieme è stata avanzata anche la proposta di istituire un tavolo con amministratori, tecnici e cittadini per monitorare l'evoluzione dell'opera e il rispetto dei tempi.


"Quello che mi preme sottolineare - conclude Fossi - è l'atteggiamento dei cittadini capaci di guardare al futuro e al domani. Non hanno fatto emergere conflittualità, ho sentito voglia di esserci e di collaborare. È bello parlare del presente e del futuro. Vogliamo verificare l'avanzamento dei lavori insieme ai cittadini che hanno condiviso e compreso l'idea e le finalità del tavolo istituzionale, tecnico e politico, che apriremo e nel quale li coinvolgeremo da subito".

Redazione Nove da Firenze