Rubrica — Spettacolo

I concerti di settembre di Zubin Mehta

Da Francis Poulenc a Gustav Mahler, da Stefano Bollani ai vip della Celebrity Fight Night: gli impegni con l’Orchestra del Maggio Musicale Fiorentino


Firenze, 5 settembre – Stefano Bollani e Zubin Mehta si incontrano nuovamente: giovedì 8 settembre, alle ore 20 si esibiranno in concerto all’Opera di Firenze. Nelloccasione eseguiranno il Concert champêtre di Francis Poulenc, composto nel 1928 e ispirato da Wanda Landowska, eroina della rinascita del clavicembalo, di cui successivamente Poulenc scrisse una trascrizione per pianoforte. Nella seconda parte del concerto Zubin Mehta dirige la Sesta sinfonia di Gustav Mahler con l'Orchestra del Maggio Musicale Fiorentino.

È sempre Gustav Mahler l’oggetto dell’indagine sinfonica del secondo appuntamento di Zubin Mehta all’Opera di Firenze, sabato 10 settembre alle 20: in programma, infatti, c’è la terza sinfonia del compositore austriaco. Si tratta di due grandi parti, suddivise in sei movimenti, che formano la sinfonia più lunga mai composta. Un’opera grandiosa che Zubin Mehta dirigerà con la mezzosoprano Okka von der Damerau e l'Orchestra, il Coro e il Coro delle Voci bianche del Maggio Musicale Fiorentino.

Gli impegni di Zubin Mehta con l’Orchestra del Maggio Musicale Fiorentino continuano anche con il

Celebrity Fight Night Italia, uno degli eventi filantropici più importanti nel panorama internazionale, di cui si svolgerà una serata di Gala l’11 settembre presso Palazzo Vecchio, a Firenze. È previsto un cocktail e una cena di beneficenza, al termine della quale Andrea Bocelli si esibirà accompagnato dall’Orchestra del Maggio Musicale Fiorentino condotta da Zubin Mehta, con la partecipazione di altri artisti per un concerto rivolto alle 350 persone presenti in sala. Il ricavato della serata sarà destinato al Muhammad Ali Parkinson Center e all’Andrea Bocelli Foundation per sostenere i 2.550 bambini che ogni giorno frequentano le cinque scuole della Fondazione in Haiti.

«Il rapporto con Zubin Mehta sarà sempre più rivolto all’indagine di cicli sinfonici» dichiara il coordinatore artistico Pierangelo Conte «dopo i due concerti mahleriani di settembre e i concerti nell’ambito del prossimo festival, il maestro Mehta nel 2018 dirigerà due grandi cicli sinfonici, il primo ad aprile dedicato a Cajkovskij e a Stravinskij, il secondo a giugno monograficamente riferito a Brahms».

Redazione Nove da Firenze