Rubrica — In cucina

Guida Oro i Vini di Veronelli 2018: premiate 83 etichette toscane

L’edizione 2018 della storica pubblicazione assegna al Piemonte la palma di fuoriclasse dell’enologia italiana con 87 etichette. Sarà presentata venerdì 20 ottobre a Venezia alla Fondazione Giorgio Cini sull’Isola di San Giorgio Maggiore


Su 16.137 etichette recensite, la famiglia dei Super Tre Stelle conta appena 314 referenze, numero in leggera flessione rispetto all’edizione precedente, testimonianza del rigore con cui la Guida creata oltre trent’anni fa da Luigi Veronelli ha assegnato questo simbolo d’eccellenza.

Dopo una lunga “supremazia toscana”, è il Piemonte a primeggiare tra le regioni con il maggior numero di vini premiati (87), benché la terra del Brunello di Montalcino e del Chianti Classico segua a breve distanza. La Toscana, infatti, con 83 riconoscimenti, s’attesta in seconda posizione, mentre tra le regioni del Sud è la Sicilia a confermarsi leader con 15 Super Tre Stelle.

Ogni ulteriore dettaglio sulla Guida Oro I Vini di Veronelli 2018 sarà svelato venerdì 20 ottobre, alle ore 14.30, durante la presentazione in anteprima prevista presso la Fondazione Giorgio Cini sull’Isola di San Giorgio Maggiore a Venezia.

Pur nella continuità di valori che caratterizza la prima guida ai vini d’Italia, l’edizione 2018 comprende alcune rilevanti novità. In primo luogo il nuovo team di Curatori chiamato a comporre il ritratto delle produzioni enologiche del Paese: accanto a Gigi Brozzoni, firma storica del volume, hanno esordito Marco Magnoli, prezioso collaboratore del Seminario Veronelli, e Alessandra Piubello, giornalista e scrittrice veronese e degustatrice professionista. Inoltre, per la prima volta nella storia della Guida, a ciascun curatore sono state assegnate aree geografiche ben definite, così da restituire al Lettore l’attualità dei distretti vitivinicoli italiani in modo ancor più puntuale e approfondito.

La presentazione ufficiale di venerdì 20 ottobre, tuttavia, è attesa soprattutto per la consegna dei dieci Sole 2018, un tempo attribuiti personalmente da Luigi Veronelli e oggi “premi speciali” assegnati dalla Redazione in modo del tutto indipendente dalle valutazioni in centesimi. Il Sole identifica, infatti, dieci “racconti in forma di vino” che il Seminario Veronelli desidera proporre all’attenzione dei Lettori come rappresentanti della straordinaria ricchezza del settore vitivinicolo italiano.

Durante l’evento saranno assegnati, inoltre, i Migliori Assaggi 2018 ai cinque vini, uno per tipologia, che hanno conseguito il giudizio più elevato: per definizione, si tratta di etichette celebri e universalmente note e non mancherà qualche sorpresa.

Dopo Siena e Roma, ad ospitare l’anteprima del volume - disponibile in libreria a partire da giovedì 26 ottobre - sarà dunque Venezia, in particolare l’Isola di San Giorgio Maggiore, sul Bacino di San Marco, nelle sale della Fondazione Giorgio Cini: un centro culturale di rilievo internazionale di cui il Seminario Permanente Luigi Veronelli ha l’onore d’essere partner.

Al termine della presentazione, che avverrà al cospetto del facsimile delle Nozze di Cana di Paolo Veronese - un unicum realizzato nel 2007 grazie alla collaborazione con il Musée du Louvre e l’atelier Factum Arte di Madrid -, i partecipanti potranno degustare i Sole 2018 accompagnati da una selezione di specialità gastronomiche proposte da selezionate aziende alimentari: Acqua Bracca, azienda bergamasca partner e fornitore ufficiale del Seminario Permanente Luigi Veronelli, Carla Latini, pastificio artigianale di alta qualità, Casa Saclà, marchio che identifica le migliori conserve dell’azienda guidata dalla famiglia Ercole, I Love Ostrica, specialista in catering e degustazioni di ostriche, cruditée e pesce fresco, Luigi Guffanti 1879, formaggi per tradizione, e Antica Pasticceria Muzzi, artigiani dell’arte dolciaria dal 1795. L’evento si avvale della preziosa collaborazione di Repower - L’energia che ti serve e della vetreria Luigi Bormioli.

Ecco l’elenco completo dei Super Tre Stelle 2018: https://goo.gl/ZFJQNN

In cucina — rubrica a cura di Stefania Guernieri

Stefania Guernieri

Stefania Guernieri — Giornalista professionista ed esperta di comunicazione e social media. Nata come cronista nelle redazioni dei quotidiani, si è occupata di cronaca nera e cronaca giudiziaria per oltre 10 anni. Oggi scrive per varie testate giornalistiche di cibo e vino, motori e altri sport, politica. Ha esperienze in uffici stampa e gestione eventi, gestione campagne elettorali, ed ha curato l'organizzazione di numerose manifestazioni legate al settore enogastronomico.

E-mail: stefania.guernieri@gmail.com