Galluzzo: niente dibattito sui temi della sicurezza

Alfredo Esposito (presidente del quartiere 3) replica ai consiglieri di Forza Italia, che avevano presentato un ordine del giorno


“Ieri durante la seduta del Consiglio di Quartiere 3 il Presidente di Quartiere Alfredo Esposito ha deciso di non ammettere l’ordine del giorno che avevo presentato sui fatti avvenuti al Galluzzo, dopo che è stato ritrovato un proiettile conficcato in una panchina, esploso probabilmente da una pistola calibro 7.65, lo scorso 9 novembre. Si è così negata la possibilità di discutere sui temi della sicurezza in un momento di forte preoccupazione da parte della cittadinanza. Vero è che le indagini sono ancora in corso, e il Q3 non vuole certo sostituirsi alla magistratura inquirente, ma troviamo che il mancato dibattito sia stato un errore politico da parte del PD”. Questa la dichiarazione della consigliera di Forza Italia al Quartiere 3 Gaia Serri. “A nostro avviso – aggiunge la Serri insieme al capogruppo a Palazzo vecchio Jacopo Cellai – la discussione di questo atto avrebbe permesso di istruire già nella seduta di ieri il tema della sicurezza, nonché quelli della sorveglianza dei luoghi, delle misure idonee a reprimere azioni a danno dei cittadini, ed anche esaminare il ruolo del Vigile di Quartiere. Tematiche tutte queste sulle quali il Consiglio di Quartiere sarebbe giusto discutesse e si interrogasse tempestivamente. Purtroppo ieri non è stato possibile, ma auspichiamo che si possa tornare presto sul punto in una delle prossime sedute”.

“L'Ordine del Giorno presentato dalla Consigliera Serri non è stato ammesso alla discussione – replica il presidente del quartiere 3 Alfredo Esposito ai consiglieri di Forza Italia – per una questione formale che la Presidente della Commissione Regolamento conosce benissimo”. Sull'episodio del proiettile trovato conficcato in una panchina dei giardini del Galluzzo il Presidente del Quartiere Alfredo Esposito è intervenuto in Consiglio per informare su quanto accaduto. “Appresi i gravi fatti avvenuti giovedì nel tardo pomeriggio presso i giardini di viale Tanini al Galluzzo – prosegue il presidente del Quartiere 3 Alfredo Esposito – condividiamo la preoccupazione manifestata da tanti cittadini della zona, confermando piena fiducia nelle forze dell’ordine che stanno svolgendo le indagini per fare chiarezza il più velocemente possibile su quanto accaduto. Facciamo inoltre un appello – prosegue Alfredo Esposito – a chiunque abbia notizie rilevanti a rivolgersi alla vicina stazione dei carabinieri del Galluzzo per aiutare a ricostruire i fatti accaduti. Per quanto riguarda la maggiore sicurezza nella zona – aggiunge il presidente – confermiamo che entro l'anno inizieranno i lavori molto attesi per il nuovo impianto di illuminazione di tutto il parco. Abbiamo chiesto di anticipare l'installazione di telecamere di video sorveglianza e alle forze dell’ordine, e al vigile di quartiere recentemente istituito, di intensificare i controlli. Continueremo a monitorare attentamente la questione dato che il tema della sicurezza rappresenta senza dubbio una priorità per questa amministrazione”.

Redazione Nove da Firenze