Furti al Polo di Novoli: attenzione a smartphone e tablet

L'appello all'attenzione e ad una maggiore sicurezza arriva da parte degli stessi studenti


Al Polo di Novoli nella giornata di giovedì 14 settembre, una ragazza si allontana dall’aula durante la pausa della lezione di Sistemi Giuridici Comparati lasciando il proprio iPad. Al suo rientro il tablet è sparito e, a quanto dicono i militanti di Azione Universitaria, non sarebbe nemmeno la prima volta che accade un fatto del genere.

"La frequenza e la sistematicità con la quale avvengono ultimamente questi furti potrebbe anche far presagire che ci sia un gruppo organizzato che approfitta di brevi momenti di disattenzione dei proprietari di computer, telefoni e tablet per entrare furtivamente in gioco" denunciano Angela Sorice Presidente provinciale di Azione Universitaria Firenze e Matteo Zoppini dirigente di AU.

"Non è una situazione accettabile: è impensabile che in un luogo culturale e formativo com'è l'università, gli studenti invece che seguire le lezioni, debbano stare attenti a che non gli venga rubato nulla” concludono Sorice e Zoppini - con quante tasse pagano gli studenti, ci aspettiamo che almeno sia garantita la sicurezza nelle aule dove si tengono le lezioni”

Redazione Nove da Firenze