Rubrica — In cucina

From Tuscany with Love: la Farinata di Cavolo nero

Questo è il primo articolo dedicato alla cucina toscana, della nuova collaboratrice, Nicole Taddei, curatrice del blog lemongrassandoliveoil.com. La sua presentazione a pié di pagina


MONTECATINI- Ecco le istruzioni per preparare un vero piatto della tradizione toscana: la Farinata di Cavolo nero. La ricetta mi è molto cara perché me l'ha insegnata una persona speciale che mi fa pensare alla mia infanzia.

Ingredienti (per 8 persone):

  • 800 g di cavolo nero
  • 300 g di farina gialla bramata
  • 150 g di fagioli cannellini secchi
  • 2 costole di sedano
  • 1 carota
  • 1 cipolla
  • 2 spicchi di aglio
  • 2 foglie di salvia
  • 2 rametti di rosmarino
  • 300 g di passata di pomodoro
  • olio extravergine d’oliva
  • sale e pepe
  • 2,5 l di brodo vegetale

Mettete a bagno i fagioli per tutta la notte. La mattina cuoceteli in abbondante (2,5 litri) acqua aggiungendo le foglie di salvia, un rametto di rosmarino; salate a metà cottura. Quando i fagioli saranno cotti (ci vorrà almeno un'ora e mezzo, assaggiateli), scolateli e tenete l'acqua di cottura. Lavate bene il cavolo e sbollentatelo in una pentola piena di acqua per circa 15 minuti; nel frattempo pulite sedano carota e cipolla e tritateli così da averli pronti per il soffritto. Scolate il cavolo e privatelo delle coste dure (gli 800 grammi iniziali si ridurranno a circa 500 grammi) e tritatelo finemente; mettete in un tegame capiente gli odori a soffriggere nell'olio di oliva per circa 10 minuti o fino a che la cipolla non sarà trasparente, poi, unite il cavolo e la passata di pomodoro, lasciate insaporire per circa dieci minuti. Versate nel tegame anche i fagioli passati con la loro acqua di cottura e la farina a fontana, mescolando con la frusta continuamente affinchè non si formino grumi. Aggiustate di sale e pepe. Aggiungete metà del brodo vegetale poco alla volta. Cuocete il tutto per un'ora continuando ad aggiungere il restante brodo fino ad ottenere la densità desiderata (adoro la farinata quando è densa). Servite in un bel tegame di coccio (terracotta) aggiungendo un filo d'olio a crudo e del rosmarino tritato.

Buon appetito!

In cucina — rubrica a cura di Nicole Taddei

Nicole Taddei

Nicole Taddei — 33 anni, laureata in giurisprudenza e assicuratrice di professione. Ama il marito, i figli e la cucina. Fotografa per passione ogni ricetta, che pubblica sul suo blog: https://lemongrassandoliveoil.com/

E-mail: nicoletaddei1983@gmail.com