Rubrica — Arte & Mercato

Florence Biennale: 462 artisti in mostra alla Fortezza

Dal 6 al 15 ottobre, opere di artisti provenienti da 72 paesi dei cinque continenti. Giani: “La biennale arriva a coinvolgere quasi mille opere d’arte da tutto il mondo”


Firenze – Creatività e sostenibilità dell’ecosistema sarà il tema dell’undicesima edizione di ‘Florence Biennale – Mostra internazionale di arte contemporanea’. L’iniziativa, diretta da Jacopo Celona e curata da Melanie Zefferino, è stata presentata questa mattina a palazzo del Pegaso. L’evento si tiene dal 6 al 15 ottobre 2017, alla Fortezza da Basso di Firenze dove al piano terra del padiglione Spadolini saranno esposte le opere di 462 artisti provenienti da 72 paesi dai cinque continenti. Il paese più rappresentato sarà l’Italia con 65 artisti, seguito dalla Cina con 60.

“La Biennale – ha detto il presidente del Consiglio regionale Eugenio Giani – arriva a coinvolgere quasi mille opere d’arte da tutto il mondo e rende Firenze punto di riferimento per l’arte contemporanea”.

La manifestazione, fondata vent’anni fa da Piero e Pasquale Celona, proporrà anche un ricco programma di eventi collaterali con conferenze, premiazioni, performance e iniziative didattiche che offrono ad artisti e visitatori opportunità di incontro e confronto sui vari aspetti d’arte e cultura. “Florence Biennale” vuol delineare una visione del futuro in cui creatività e sostenibilità siano principi fondanti di un ‘ecosistema’ d’arte e cultura ove prevalga il rispetto della natura e di tutte le forme di vita sulla Terra.

“L’obiettivo – ha spiegato Jacopo Celona – è quello di dare una rappresentazione globale del contemporaneo sia in termini anagrafici che geografici con artisti dall’esperienza consolidata accanto a figure emergenti da angoli diversi del mondo”.

Nel corso di ogni edizione, gli artisti distintisi nelle categorie di riferimento ricevono, quali vincitori individuati tra i finalisti per le opere in concorso, il premio internazionale ‘Lorenzo il Magnifico’. In concorso le categorie: disegno, arte grafica e calligrafia, pittura, tecnica mista, scultura, arte ceramica, arte tessile, gioiello d’arte, fotografia, arte digitale, video arte, installazione d’arte e performance. Poi sarà conferito il premio ‘Lorenzo il Magnifico’ alla carriera a persone e istituzioni che si siano distinte per meriti artistici o per il loro contributo alla cultura. Quest’anno il premio alla carriera sarà tributato all’artista ghanese El Anatsui, venerdì 13, mentre giovedì 12 premio all’architetto giapponese Arata Isozaki.

La curatrice dell’iniziativa Zefferino ha spiegato come nell’ambito di ‘Florence Biennale 2017’ siano previste anche iniziative che, oltre all’arte, hanno a che fare coi sensi come il progetto espositivo ‘Scenting the Sublime’ (fuori concorso), dove si potrà sperimentare la percezione visiva e olfattiva della bellezza che contraddistingue le sue sculture in bronzo silicio e patina calcifera.

Redazione Nove da Firenze