Firenze: sabato l'assemblea metropolitana di Articolo Uno Mdp

Serena Spinelli: “L’unità della sinistra riparta dai territori”. PRC Toscana: "Trasformismo e presa in giro dei cittadini"


Sabato 11 novembre a partire dalle ore 9.30, presso l’S.M.S. di Rifredi, a Firenze, è in programma l’Assemblea metropolitana di Articolo Uno Movimento Democratico e Progressista, “Cambiamo l’Italia”. Saranno presenti gli eletti del territorio fiorentino, i militanti, gli attivisti del movimento. Parteciperà ai lavori Francesco Laforgia, capogruppo alla Camera di Articolo Uno Mdp.

“Con il documento ‘Una nuova proposta’ sottoscritto alla direzione nazionale di martedì scorso, a Roma, diamo finalmente il via a un percorso per costruire una lista unitaria della sinistra che parteciperà alle prossime elezioni politiche – spiega Serena Spinelli, coordinatrice di Articolo Uno Mdp dell’area metropolitana fiorentina – Una discussione necessaria e attesa, nella quale devono essere coinvolti i territori, i militanti e gli attivisti di Articolo Uno Mdp, che ormai da mesi lavorano ad iniziative e incontri condivisi con le altre formazioni della sinistra, dando vita anche a coordinamenti unitari. Vogliamo costituire un progetto credibile, in grado di riconnettere sinistra e società. Per farlo ci rivolgiamo al mondo dell’associazionismo e a quello del sindacato, invitandoli a prendere parte all’assemblea di sabato a Rifredi, alla quale interverrà anche Francesco Laforgia, che ringrazio per la disponibilità. Ci sono tantissime persone che sentono il bisogno partecipare e confrontarsi su temi come il lavoro, il welfare, i trasporti pubblici, la sanità, i diritti; questioni cruciali di cui la politica deve tornare ad occuparsi e a dare risposte”.

“Enrico Rossi, non può prendere in giro gli elettori come –si afferma in un documento della Segreteria Regionale Toscana Partito della Rifondazione Comunista– propone. Dire, come fa in un intervista ad un importante quotidiano nazionale e in qualità di autorevole esponente di MDP – che col PD è più probabile un alleanza dopo il voto significa dire ai cittadini: votateci, poi però, a insindacabile giudizio di noi dirigenti di partito, decideremo se il vostro voto, dato in alternativa al PD, servirà a farci un alleanza e magari a sostenere un bel governo insieme. Insomma un offesa politicista alla partecipazione democratica alle scelte, ai contenuti, un trasformismo da prima repubblica che è – fra l'altro – una delle critiche maggiori che vengon fatte dai detrattori della recente legge elettorale approvata. Nel mentre il nostro Rossi propone questo, tornato in Toscana – dove nel merito non cambia nulla nell’attuazione del programma che l ha portato al governo della Regione quando aveva la tessera PD, e col quale comunque continua a governare - propone di entrare in maggioranza in Regione al Gruppo di Si Toscana a Sinistra, che rimanda giustamente al mittente l offerta, vista la presentazione in alternativa alla scorse elezioni e la distanza siderale dai contenuti che Rossi, MdP e PD continuano con coerenza a portare avanti e rivendicare. Al fondo di tutto questo ci domandiamo - pensando ai tanti elettori ed elettrici di sinistra, a tutti coloro che vogliono davvero cambiare le politiche fallimentari degli ultimi anni – come possano fidarsi di soggettività come queste: noi a percorsi plurali per un alternativa a sinistra continuiamo a credere, ma che sia coerente col superamento del passato e coerente nel futuro, quindi prima e dopo le elezioni. Noi eravamo e siamo rimasti per la sua costruzione dal basso, e con metodi nonché contenuti nuovi e alternativi”.

Un pubblico partecipe e numeroso quello che, nonostante la pioggia, si è ritrovato lunedì sera alla sede del PD Versilia a Viareggio per confrontarsi con Matteo Ricci, responsabile Enti Locali per il PD Nazionale e sindaco di Pesaro. Il neo-segretario federale Riccardo Brocchini ha introdotto un dibattito vivace sul tema del riordino degli enti locali aperto e moderato dal sindaco di Camaiore Alessandro Del Dotto. Molti gli interventi da parte di amministratori locali e personalità di spicco del PD toscano come il consigliere regionale Stefano Baccelli, ma altrettanti sono stati quelli di cittadini e simpatizzanti. Un comune denominatore: tutti hanno evidenziato la necessità di intraprendere un percorso serio e partecipativo che possa portare ad un effettivo riordino della governance locale, nel nome dei principi dell’efficienza e dell’efficacia e sulla base di prospettive di sviluppo che rivedano i sistemi di controllo e che prevedano investimenti sui territori.

Il Partito democratico di Empoli, dopo la fase congressuale, ha messo in agenda una serie di incontri con i cittadini per parlare di temi di grande attualità: si comincia giovedì 16 novembre alle 21.30 alla casa del popolo di Marcignana. In questa frazione empolese è presente un centro di accoglienza, si discuterà di questo tema con il sindaco di Empoli Brenda Barnini, Maurizio Cei, operatore di alcuni centri d'accoglienza e Valentina Torrini, segretaria del locale circolo Pd. Bilancio e nuova legge finanziaria saranno invece i temi del secondo appuntamento che si terrà lunedì 27 novembre alle 21.30 alla casa del popolo del Pozzale con l’onorevole Dario Parrini, membro della commissione bilancio della Camera dei Deputati, disponibile a rispondere ai quesiti dei cittadini. Terzo incontro in agenda lunedì 4 dicembre alle 21.30,sede da definire, con l’ esperto di comunicazione e membro dello staff del presidente del consiglio Francesco Nicodemo, che presenterà il suo libro “Disinformazia”, accompagnato da Brenda Barnini. Gli incontri sono aperti al pubblico. Per informazioni 331 8489169 Alessio, e mail organizzazione_empoli@pdempoli.it.

Redazione Nove da Firenze