Firenze: manifestazione contro la riforma costituzionale il 1° ottobre in piazza Ognissanti

Incontri dei comitati per il Sì a Empoli e Strada in Chianti


È stato diffuso in questi giorni il quesito del referendum costituzionale che si terrà a novembre, ma la data precisa verrà decisa in un apposito Consiglio dei ministri in programma il 26 settembre. Il lungo testo della riforma è stato sintetizzato nel titolo e posto nel quesito sotto forma di domanda, che è relativamente semplice: chi vorrà votare a favore della riforma dovrà votare “Sì”, quelli contrari dovranno votare “No”.

Sinistra Italiana ha deciso di lanciare da Firenze la campagna nazionale per il NO alla riforma costituzionale Renzi - Boschi. E' stata pensata e voluta una manifestazione nazionale in piazza Ognissanti a Firenze per il 1° ottobre prossimo.

Il comitato per il Sì di Empoli inizia il suo tour elettorale: una serie di incontri con i membri del comitato che si terranno nelle case del popolo e che hanno l’obiettivo di spiegare i pregi e le innovazioni della riforma costituzionale. Il primo dei diciotto appuntamenti è per lunedì 26 settembre alle 21.30 alla casa del popolo di Cascine, come relatori ci saranno Sandro Piccini, Gian Paolo Stefanelli e l’assessore comunale Fabio Barsottini che introdurrà la serata. Mercoledì 28 settembre il comitato farà tappa anche a Serravalle, presso la Sede Avis.

Sono quattro i comitati nati a Strada in Chianti per il Sì al referendum costituzionale. I coordinatori sono Forzoni Simona, Roberto Fossi, Remo Susini e Sibilla Cencini. Stiamo espletando le formalità burocratiche e a brevissimo saremo pienamente operativi – dichiarano gli organizzatori. I comitati sono aperti, chiunque può essere presente alle riunioni o aggiungersi alle forze esistenti. Lo scopo dei comitati è quello di sostenere il sì al referendum sulla riforma della seconda parte della costituzione, di favorire la partecipazione effettiva delle persone al referendum, di organizzare iniziative volte a sostenere il sì al referendum costituzionale e di fugare ogni dubbio dei cittadini indecisi in merito alla bontà di questa riforma. Fra pochi giorni il calendario delle iniziative – concludono i promotori. Nel frattempo, i comitati di Strada in Chianti hanno già una pagina Facebook attiva “Basta un Sì – Strada in Chianti”, dove è possibile visionare materiale inerente la consultazione popolare. Per tutte le informazioni gli interessati possono rivolgersi ai coordinatori o scrivere una mail a bastaunsistradainchianti@gmail.com.

Redazione Nove da Firenze