Rubrica — Running

Firenze: l'Inferno oggi al Visarno Arena

Nel Parco delle Cascine


Firenze, 22 ottobre 2017- Si è conclusa poche ore fa la seconda e ultima giornata di Inferno City, la corsa ad ostacoli (Obstacle Course Race) che per due giorni ha tenuto banco al Parco delle Cascine e alla Visarno Arena di Firenze. Nonostante le previsioni meteo non ottimali sono stati ben 2200 i partecipanti alla competizione, suddivisi nei circuiti di 3 e 9 km (competitivi e non) e smistati nelle giornate di sabato 21 e domenica 22 ottobre.

Ottima la partecipazione dei bambini alla Baby Inferno di domenica, il cui incasso viene interamente devoluto alla Fondazione Tommasino Bacciotti. "I Piccoli Diavoli" si sono potuti misurare in un percorso creato ad hoc, supportati dagli istruttori della Federazione Italiana Obstacle Course Race e dagli atleti del Campionato che gli hanno aiutati a superare gli ostacoli in tutta sicurezza.

9 km competitiva: La sezione competitiva femminile da 9 km ha visto trionfare Diana Hartan, che si aggiudica così anche il titolo del Campionato Italiano OCR. Stessa sorte, nella categoria maschile 9 km, per il lombardo Stefano Colombo, già trionfatore della Inferno di Cenaia del maggio scorso. Al secondo posto, fra le donne, Silvia Boroni, terza classificata Giorgia Caracci. Fra gli uomini secondo piazzamento per Luca Pescollderungg, terzo posto per Alessandro Coletta.

3 km competitiva: Anche in questa sezione trionfa, per l'ennesima volta, Diana Hartan. Secondo posto per Sara Di Salvo, terzo posto Lara Ragusa. Fra gli uomini al primo posto Stefano Colombo.

Squadre: sul gradino più altro del campionato italiano OCR (conclusosi con la tappa di Firenze) il team Inferno, seguito al secondo posto da Ocr Team Reebok. Terzo classificato Maximus Cross Run.

Il bilancio: "Se sommiamo questi 2200 iscritti di Firenze ai 3000 della Inferno di maggio a Cenaia sforiamo, soltanto in un'anno, quota 5000 iscritti - racconta Mauro Leoni al termine delle premiazioni - "Sono numeri importanti che ancora una volta ci fanno ben sperare per il futuro di questa disciplina. Un doveroso ringraziamento va a tutto lo staff, ai volontari, alle istituzioni, ai nostri sponsor, ai nostri partner e a tutti coloro che hanno contribuito al successo di questa due giorni, ricca di ostacoli ma anche di grandi soddisfazioni".

Numeri, quelli della Inferno, che si vanno a sommare a quelli dell'intero movimento sportivo delle Obstacle Course Race (corse a ostacoli), passato in Italia dagli oltre 34 mila partecipanti nel 2016 (+100% rispetto 2015) agli oltre 41 mila partecipanti nel 2017, rappresentato a livello istituzionale dalla Federazione Italiana OCR, un organismo che riunisce ben 39 associazioni e che promuove un vero e proprio Campionato di cui l'Inferno è l'ultima tappa.

Tra le presenze degne di nota merita ricordare: Federica Torti, conduttrice di Lookmaker Academy in onda su Sky nonché madrina di questa edizione di Inferno City,Carolina Alluralde, moglie del calciatore del Trabzonspor (in prestito dal Milan) Jose Sosa, e Rocio Rodriguez, moglie del calciatore dell'Inter Borja Valero.

Ultimi ma sicuramente non meno importanti, il paratleta Andrea Pacini che ha corso la Inferno in carrozzina supportato dalla squadra dell'Associazione Spingi la Vita Onlus, e i richiedenti asilo della Cooperativa Albatros, che parteciperanno sia come volontari, sia come concorrenti nella sezione non competitiva.

Redazione Nove da Firenze