Firenze: domani allerta gialla per il vento

Lunedì 28 novembre, codice giallo per il freddo in tutta la Toscana. Libri: ‘Tipi di tempo’, un modello per prevenire le catastrofi naturali


Un fronte freddo proveniente dal nord-Europa interesserà l'italia e quindi la Toscana nella giornata di domani, lunedì. Forti venti di Grecale e deboli nevicate in Appennino.

Allerta vento, domani, a Firenze. Il centro funzionale regionale ha emesso, per la zona che riguarda anche la nostra città, il bollettino di valutazione delle criticità con cui stabilisce, dalle 12 di domani, lunedì 28 novembre, fino alla mezzanotte, codice giallo per il rischio vento.

Il vento rinforzerà nel corso della mattinata, con forti raffiche previste, in particolare, nelle zone di pianura e molto forti sui rilievi e sulla costa centro-meridionale.

Si ricorda che, in caso di vento forte, sono possibili fenomeni occasionalmente pericolosi per l'incolumità delle persone, in grado di causare disagi e danni a carattere locale. Sono possibili isolate rotture di rami, caduta di alberi, tegole e cornicioni, danni a strutture provvisorie, con trasporto di materiale vario. Sono possibili, inoltre, localizzati problemi alla circolazione stradale in particolare su viadotti e ponti, con temporanee interruzioni della viabilità, nonchè occasionali disagi dovuti a ritardi o cancellazioni dei collegamenti terrestri, ferroviari, aerei e marittimi, occasionali problemi alle reti di distribuzione di servizi (tra cui telefonia ed elettricità).

Per mettere a punto il primo modello, non solo italiano ma anche europeo, sullo studio delle variazioni climatiche per prevedere i rischi di catastrofi naturali, il Consorzio LaMMa ha potuto contare sulla collaborazione di uno studioso fiorentino, Maurizio Iannuccilli, vincitore di una borsa di studio annuale messa a disposizione dal 2071° Distretto del Rotary International della Toscana. Analizzando i tipi di tempo (“weather types”) in una scala statistica di fenomeni avvenuti, sarà possibile ‘leggere’, con un anticipo anche di un mese e per zone sufficientemete circoscritte, situazioni favorevoli al verificarsi di particolari situazioni di maltempo. I risultati di questa ricerca sono stati raccolti dall’autore nel libro ‘Classificazione dei tipi di tempo e alluvioni in Toscana, nel contesto dei cambiamenti climatici’, che sarà presentato lunedì 28 novembre alle ore 17 nella Sala del Gonfalone del Palazzo del Pegaso, via Cavour 4 a Firenze. Dopo i saluti di Eugenio Giani, presidente del Consiglio regionale della Toscana, interverrannoArrigo Rispoli, governatore del Distretto 2071 del Rotary International (A.R. 2014-15), Franco Angotti, governatore del Distretto 2070 del Rotary International (A.R. 2012-2013), Nicola Comodo, professore ordinario dell’Università degli Studi di Firenze e membro dell’Accademia dei Georgofili, Gianni Messeri Previsore meteo e Ricercatore del Consorzio LaMMA.

Redazione Nove da Firenze