Fiorentina, calciomercato “piatto” ma bilancio al sicuro

Numeri e previsioni sul calciomercato viola


In questo periodo la Fiorentina non sta attraversando un gran bel periodo. E proprio questo periodo di "nulla cosmico" sta inducendo gli appassionati di calcio a sbizzarrirsi su numeri e previsioni di vario tipo: in molti, ad esempio, stanno provando ad ipotizzare le cifre spese finora dalla formazione viola per un mercato in entrata (d'altronde il mondo del calcio è sempre stato esposto a scommesse di questo tipo, così come siti quali Voglia di vincere casinò on line ci dimostrano).

Ebbene, i più informati sono convinti del fatto che la Fiorentina abbia già speso 30 milioni di euro per i giocatori in entrata, mentre il livello delle uscite sarebbe decisamente inferiore. Un dato di questo tipo potrebbe indurre a pensare che i viola si stiano comportando molto bene dal punto di vista finanziario, ma va anche detto che le spese per la compravendita dei giocatori vengono spalmate su più esercizi.

Di conseguenza, fino alla prossima primavera sarà praticamente impossibile riuscire a fare un quadro completo della situazione: sarà impossibile, ad esempio, conoscere con certezza quanto è stato incassato e quanto è stato speso nel calciomercato di questa stagione.

In un mare di così tante incertezze, un dato certo però c'è già: la Fiorentina, nella stagione corrente, incasserà quasi 12 milioni di euro grazie alla cessione di Marcos Alonso (cessione che ricordiamo essere avvenuta la scorsa estate). Inoltre, tanto in uscita quanto in entrata, ci sono da considerare i premi di rendimento, la valorizzazione e tante altre variabili che potrebbero mutare i conti della serva che si stanno facendo in questi giorni.

Ciò che appare certo, quanto meno fino ad ora, è che la società continuerà a rastrellare fondi mediante l'autofinanziamento. Una strategia, questa, voluta per cercare di raggiungere (e mantenere) il pareggio di bilancio.

A parte la cessione di Alonso di cui prima, le cifre incontestabili (le uniche definibili come tali) si possono estrapolare dal bilancio 2016, dove sono indicati tutti i pagamenti in entrata e in uscita, nonché le operazioni effettuate fino all'ultima stagione di calciomercato. Dando un'occhiata al bilancio si scopre quindi che la Fiorentina vanta un saldo attivo iniziale di quasi 2 milioni e mezzo, anche se poi vanno considerati altri crediti e altri debiti. In ogni caso, la cessione di Bernardeschi e Kalinic dovrebbe permettere alla società di stare piuttosto tranquilla circa l'obiettivo che ci si è dati sul pareggio di bilancio.

Redazione Nove da Firenze