Finti contributi alle scuole a Grosseto

I Carabinieri della Compagnia di Pitigliano hanno denunciato due donne e due uomini, residenti nel siracusano, per truffa in concorso


In particolare i militari dell’ Aliquota Operativa della Compagnia di Pitigliano, al termine di una complessa attività d’indagine, nata da una querela presentata da una 70enne, coordinatrice di alcune scuole dell’infanzia per una cooperativa religiosa, acquisivano inconfutabili elementi di colpevolezza nei confronti di quattro soggetti, due uomini e due donne siracusani, pregiudicati, ritenuto responsabile di aver truffato alla povera donna circa 10000 euro. Uno dei due uomini, aveva contattato telefonicamente la donna, e si era spacciato per un fatidico funzionario, dicendole che aveva avuto dei contributi a livello regionale per delle scuole ma che questi erano bloccati: per sbloccarli la donna avrebbe dovuto pagare una somma di denaro. La signora purtroppo è caduta nel tranello, e in tre tranche ha versato all’uomo, con ricariche poste pay, somme pari a 10000 euro. Se la donna si dimostrava dubbiosa, a questo punto interveniva l’altro uomo che, sempre telefonicamente si spacciava per un direttore di banca, intimandole di pagare altrimenti i fondi sarebbero rimasti bloccati. A questo punto, la donna, impaurita e preoccupata si è rivolta ai carabinieri di Pitigliano, che immediatamente si sono attivati e hanno scoperto che la truffa era gestita da un sodalizio criminale, dedito a truffe specifiche, composto da due uomini e due donne residenti in provincia di Siracusa, di cui tre pregiudicati per reati simili: i militari hanno rassicurato la donna mettendo fine tutti i raggiri, e denunciando i quattro alla locale Procura della Repubblica per truffa in concorso.

Redazione Nove da Firenze