Fiera di Primavera, ambulanti contro abusivi e Bolkestein a Campo di Marte

Lotta su entrambi i fronti, da una parte il commercio abusivo, dall'altra la Direttiva europea


Tante bancarelle alla Fiera di Primavera di Campo di Marte, un appuntamento storico per gli ambulanti fiorentini che, quest’anno hanno colto l’occasione per rendere pubblica la loro lotta su due fronti, contro l’abusivismo e la Direttiva Bolkestein. 

“Siamo stufi di assistere al proliferare di venditori abusivi – dichiara il Presidente Alessio Pestelli - che operano indisturbati davanti gli occhi di tanti venditori ambulanti spesso vessati da chi dovrebbe tutelarli. La situazione sta degenerando, nel completo disinteresse di chi dovrebbe garantire la legalità commerciale sul territori”.

Il direttivo di Assidea nei giorni scorsi aveva puntato il dito contro l’amministrazione comunale, ma anche contro le associazioni di categoria Anva e Fiva, colpevoli di non tutelare più gli interessi dei lavoratori che dovrebbero rappresentare, tenendo un atteggiamento indolente per contrastare l’abusivismo che ormai dilaga.

“Purtroppo avevamo ragione, quando ci domandavamo scetticamente come avrebbe fatto l’associazione di categoria Fiva a garantire la legalità alla Fiera – continua Pestelli - perché anche quest’anno gli abusivi hanno fatto mercato accanto ai regolari, senza che nessuno dicesse niente. Noi ambulanti chiediamo rispetto per i lavoratori regolari, che per partecipare a questa manifestazione come alle altre pagano cifre a volte anche salate, quindi noi protesteremo fino a che chi ne ha la responsabilità, faccia qualcosa per far rispettare le regole”.

Redazione Nove da Firenze