Rubrica — Europe Direct

Festa dell’Europa: tutte le iniziative promosse per i giovani

Cinque istituti toscani in scena a La Compagnia per il contest “First Play. Stensen, 100 giovani fiorentini eleggono il miglior film europeo dell’anno. Martedì 9 maggio il Castello dell'Imperatore sarà illuminato di blu per partecipare a "M'illumino d'Erasmus"


Firenze, 6 maggio 2017– È la 1°B del Liceo Linguistico del Gobetti Volta di Firenze la classe vincitrice di “First Play”, contest teatrale organizzato da Fondazione Sistema Toscana in collaborazione con Centrale dell’Arte, Controradio e Europe Direct Firenze, che ha messo alla prova cinque istituti superiori della Toscana su temi legati all’Europa e al Parlamento europeo. Le cinque pièces teatrali prodotte dai ragazzi sono andate in scena oggi al Cinema Teatro La Compagnia nell’ambito del Festival d’Europa. La classe che ha prodotto la miglior performance, affrontando il tema dell’identità europea, avrà adesso l’opportunità di volare a Strasburgo per una visita guidata a una delle sedi del Parlamento Europeo. A decretare la pièce vincente una onorevole giuria, composta dai parlamentari europei Simona Bonafè, David Maria Sassoli, Nicola Danti, la vicepresidente della Regione Toscana Monica Barni, l’assessora alle Relazioni Internazionali del Comune di Firenze Paola Concia e la direttrice di Fondazione Toscana Spettacolo Patrizia Coletta.

"Abbiamo chiesto ai ragazzi se si sentissero o meno cittadini europei. - ha detto Silvia Baccianti, regista dello spettacolo vincitore - La prima risposta non è stata troppo positiva, ci siamo accorti che non c'era una vera coscienza dei diritti e doveri che questa appartenenza comportava. Allora abbiamo trasformato gli studenti in giornalisti: hanno redatto delle domande e sono andati a intervistare per la città amici e conoscenti, ma anche sconosciuti sull'autobus, chiedendo a tutti se si sentissero o meno cittadini europei. Da questi risultati è nata la performance che hanno messo in scena, rappresentando persone, domande e risposte reali, da cui sono emersi statisticamente i commenti positivi e anche negativi sull'essere cittadini europei. La conclusione dello spettacolo è stata affidata all'interpretazione della poesia di John Donne, No man is an island (Nessun uomo è un'isola) in cui viene fuori lo spirito di appartenenza e la necessità dell'individuo di non essere isolato, ma di sentirsi parte di un tutto, anche al di là dell'Europa, quale cittadino del mondo".

Sul palco si sono esibiti più di 100 ragazzi; oltre alla classe vincitrice, si sono alternate la 4°BL del Liceo Buonarroti (Pisa), le classi 3°G-3°H del Liceo Artistico di Porta Romana e Sesto Fiorentino (Firenze), la 5°B dell’ISIS Galilei (Firenze) e la classe 4°B dell’IIS Sassetti Peruzzi (Firenze). Le performance sono nate da una riflessione avviata nelle scuole in occasione del 60esimo anniversario dei Trattati Europei: a partire da una lezione-spettacolo, curata da Centrale dell’Arte, sulle origini dell’Unione Europea, gli studenti hanno approfondito tematiche di grande attualità come i fenomeni migratori, i diritti dei cittadini, la coscienza europea. I temi sono stati sviluppati con ironia e sentimento, sfociando in cinque brevi spettacoli di 10 minuti ciascuno, in grado di raccontare il punto di vista delle giovani generazioni sull’Europa. La quarta edizione del Festival d’Europa prosegue domani con l’apertura dello spazio Erasmus+ in piazza SS. Annunziata e l’avvio delle celebrazioni per le 30 candeline del programma Erasmus, organizzate da Agenzie nazionali Erasmus+ INDIRE, Ang e Inapp. A partire dalle 16 di domenica 7 maggio le tre Agenzie saranno a disposizione per informazioni su tutte le opportunità del programma e dalle 17 avranno inizio i primi workshop tematici dedicati. Alle 18.30 l’atteso esordio dell’Orchestra Erasmus, composta da studenti Erasmus di conservatori e istituti musicali di tutta Italia, che suoneranno insieme all’Accademia del Maggio Musicale Fiorentino, in memoria delle ragazze vittime nell’incidente stradale di Freginals, in Spagna. Alle 19.30 spazio alla danza con l’esibizione “Erranze” dell’Accademia nazionale di Danza di Roma. Nel 2016 hanno partecipato all’evento più di 1.400 ragazzi per un totale di 25 paesi e Firenze era stata scelta per la prima volta in rappresentanza dell'Italia. Quest'anno Firenze si riconferma come partner italiano, insieme a Torino (Museo Nazionale del Cinema) e a Roma (‘Alice nella città’ in accordo con Fondazione Cinema per Roma), con un conseguente coordinamento anche a livello nazionale e la sponsorizzazione nazionale dei sottotitoli da parte di Sub-Ti. Al ricordo delle ragazze scomparse in Spagna è legato anche la performance “Copri il lutto con il colore per non dimenticare” di Street Art Fabio79. L’artista, noto per il suo Fluo Style, dipingerà i nomi delle tredici ragazze su una tela nera e inviterà tutti i cittadini a lasciare una loro impronta di colore. Al termine della performance la tela sarà consegnata ai familiari delle ragazze, alla presenza delle autorità. In caso di pioggia tutte le iniziative in programma in piazza SS. Annunziata si svolgeranno al Cinema La Compagnia, via Cavour 50.

Cento giovani fiorentini, tra i 12 e i 14 anni, entrano a far parte di una giuria di cinema internazionale che eleggerà il miglior film europeo per ragazzi. E’ ‘The young audience film day 2017’, l’evento che si svolgerà al Cinema Stensen domani, domenica 7 maggio, a partire dalle 9.30. Nel corso della giornata, i ragazzi fiorentini selezionati contribuiranno ad eleggere il miglior film europeo per ragazzi del 2017, in contemporanea ad altre 2 città italiane (Torino e Roma) e ad altre 36 città d’Europa, per un totale di oltre mille “giovani elettori” in tutto il continente. I ragazzi, muniti di badge personalizzati e schede ufficiali di votazione, si riuniranno nella sala della Fondazione Stensen per vedere i 3 film candidati al premio, selezionati da una commissione dell’Efa (European Film Acadaemy). I tre film sono: Goodbye Berlin, The Girl down Loch Änzi, My Life as Zucchini. Tra una proiezione e l’altra, i ragazzi si confronteranno sui film sotto la guida di un esperto, seguiranno uno workshop a cura di Democrazia Affettiva sulla rielaborazione emotiva dei film visti, gireranno un videoclip di votazione che andrà in eurovisione e sarà loro offerto un buffet. Durante la giornata i giovani giurati saranno inoltre connessi in videoconferenza con i loro colleghi stranieri. 

Martedì 9 maggio il Castello dell'Imperatore sarà illuminato di blu per aderire a "M'illumino d'Erasmus", l'iniziativa organizzata dal Governo in collaborazione con l’Anci, promossa dall’Agenzia nazionale per i giovani, Indire e Inapp. La Sottosegretaria alla Presidenza del Consiglio Maria Elena Boschi, ha presentato ieri in conferenza stampa l’iniziativa "M’illumino d’Erasmus", per invitare tutti i comuni d’Italia ad illuminare un loro monumento simbolo della città, nel giorno della Festa dell’Europa, il 9 maggio. Alla conferenza stampa sono intervenuti il Presidente dell’Anci e Sindaco di Bari, Antonio Decaro, e il Presidente dell’Agenzia nazionale per i giovani, Giacomo D’Arrigo. I comuni italiani che partecipano sono molti e per la città di Prato la volontà di aderire è stata manifestata dall'assessore all'Istruzione pubblica Mariagrazia Ciambellotti e dall'assessore all'Università e ricerca Daniela Toccafondi.

Redazione Nove da Firenze