Rubrica — In cucina

Festa d’Autunno allo Chalet Fontana: musica, yoga e brunch gourmet

Grande festa inaugurale della nuova stagione sabato 23 settembre a partire dalle 10.30


Una festa per salutare l’arrivo dell’autunno, con musica, yoga e brunch di alta cucina immersi nel parco dello Chalet Fontana. Si inaugura così, il prossimo 23 settembre, la nuova stagione dello storico locale amato da Rosai e Pratolini, a tre anni dalla sua riapertura. Il menù sarà curato dal nuovo chef, Luigi Bonadonna, che dopo anni di esperienza in giro per i ristoranti stellati d’Europa è arrivato nelle cucine dello Chalet Fontana.

“Da quando la nostra famiglia ha acquisito questo luogo, abbiamo lavorato costantemente alla ricostruzione dell’identità di uno spazio caro ai fiorentini, vogliamo ridargli cuore e anima - spiega Antonella Giachetti, rappresentante della proprietà dello Chalet Fontana - E’ stato faticoso, ma è un percorso ricco di emozioni positive. Giorno dopo giorno vediamo i fiorentini riappropriarsi di un pezzo della loro città, abbiamo ora una clientela affezionata, il nostro parco è vivo, con i bambini che corrono sul prato. Stiamo cercando di ricreare un ambiente piacevole e sereno, grazie anche al nostro team di giovani a capo dei quali sono Niccolò Conti e Jacopo Naldi. La Festa d’Autunno sarà l’occasione per far conoscere o far riscoprire lo Chalet a chi non c’è mai stato o a chi non ci viene da tempo”

Porte aperte quindi dalle 10.30 con la prima lezione del Corso di Ananda Yoga a cura di Karen Lenz (per informazioni: karenlenz@luciennemonique.it). Seguirà aperitivo nel vivaio, con musica jazz di sottofondo, e vendita di piante e ortaggi direttamente nell’orto dello Chalet. Tre proposte per il brunch, dalle 13: un vegetariana, una di carne chianina e una di pesce della costa toscana. Le musiche di Vivaldi, ovviamente le Quattro Stagioni - Estate e Autunno - faranno da accompagnamento. Pomeriggio nell’orto bioattivo con NOA FOOD, a cura dell'Agronomo Andrea Battiata, e a seguire corso di acquerello botanico.

Luogo caro a poeti e artisti alla fine dell’800, lo Chalet Fontana ha riaperto tre anni fa dopo un lungo lavoro di ristrutturazione degli spazi interni ed esterni. Il locale è arredato con pezzi tipici dell'artigianato fiorentino, a partire dallo storico banco bar del Caffè Bistrot, datato 1896, restaurato dalle sorelle Rangoni. La sala eventi è stata intitolata al celebre pittore Ottone Rosai che era solito fermarsi insieme allo scrittore Vasco Pratolini. Collocata accanto al Caffè Bistrot, è il luogo deputato per accogliere eventi di ogni genere: dalla presentazione di libri a concerti di musica classica, jazz e piano bar. Altro pezzo forte della Chalet Fontana è il giardino, un ettaro di verde, curato dall’azienda agricola Lo Stento, con un orto biodinamico e un anfiteatro naturale.

La novità di quest’anno è in cucina, affidata allo chef Luigi Bonadonna. Classe '88, di Bientina, nel pisano, ha già una lunga gavetta alle spalle con chef stellati come Luca Landi, Damiano Nigro, Antonoi Guida, Filippo Saporito. Dopo le esperienze in Italia e all’estero e la guida del Santa Elisabetta dell’hotel Brunelleschi, importantissima per la sua formazione, è approdato allo Chalet Fontana con la voglia di creare qualcosa di nuovo.

Per info e prenotazioni per il brunch: ristorante@chalet-fontana.it

45 euro a persone, tutto incluso, prenotazione obbligatoria

Telefono: 0552280841

Redazione Nove da Firenze