Falso allarme a I Gigli: polemica sul piano sicurezza

Secondo i sindacati il personale sarebbe stato colto impreparato sull'accaduto


Domenica 17 settembre, un bambino ha inavvertitamente premuto il pulsante del sistema antincendio all'interno dello store Zara del Centro Commerciale I GIGLI, è partito così il messaggio di evacuazione del negozio, che ha provocato scene di panico tra i clienti.
"Appurato che si trattava di un falso allarme, il personale preposto alla sicurezza del Centro ha gestito la situazione seguendo le procedure previste dal piano di emergenza interno" commenta oggi la Direzione.

“Ci rincresce – dichiara il direttore del Centro Commerciale, Luca Frigeri – che i visitatori si siano allarmati e che ci siano stati dei momenti di panico. Abbiamo analizzato l’episodio alla presenza delle autorità di pubblica sicurezza per affinare ulteriormente le procedure previste dal piano. Fin dal 1998 siamo dotati di un piano di emergenza, che prevede anche esercitazioni annuali strutturate su vari scenari, alla presenza e in collaborazione con tutte le autorità competenti in materia di pubblica sicurezza oltre al personale del Centro preposto e costantemente formato sulla tematica".

Elisa Luppino della Filcams Cgil Firenze dichiara: Esprimiamo forte preoccupazione per quanto successo ieri al Centro Commerciale I Gigli di Campi Bisenzi. I lavoratori non sono preparati a gestire questo tipo di emergenze: abbiamo chiesto un incontro urgente al Direttore del Centro Commerciale, urge un confronto per trovare soluzioni a tutela di lavoratori, a cui servono preparazione e formazione apposite, e clienti. Ogni anno milioni di persone si recano ai Gigli, è indispensabile garantire la sicurezza per tutti in ogni situazione”.

 

Redazione Nove da Firenze