Esternalizzazione del Front Office Usl: 20 posti di lavoro a rischio

L’allarme di Fp Cgil Firenze: “Si mantenga la gestione pubblica”. Sanità territoriale nel Chianti: incontro con l'assessore Stefania Saccardi


Front Office nell’Usl Toscana Centro: Estar ha avviato la procedura per l’indizione di una gara per i servizi (polifunzionali e connessi al back office). Questa esternalizzazione “ci rende estremamente preoccupati, anche per le ricadute occupazionali che questa scelta potrà comportare per i lavoratori attualmente presenti nei servizi, tra i quali ci sono anche precari di varie tipologie contrattuali”, dice la Fp Cgil Firenze, che sul tema (si stimano circa 20 precari col posto di lavoro a rischio) ha chiesto un incontro urgente al Commissario dall’Usl Toscana Centro. “Per noi i servizi di Front Office devono mantenere il carattere di gestione pubblica. Crediamo sia necessario un approfondimento che da un lato definisca il perimetro della gestione pubblica e la conseguente dotazione organica necessaria, e dall’altro individui tutti i percorsi di valorizzazione e tutela dei lavoratori attualmente impegnati”, aggiunge la Fp Cgil Firenze.

L’assessore regionale alla Sanità Stefania Saccardi al centro di un dibattito aperto organizzato dall’Unione comunale del Chianti fiorentino. Si parlerà di riforma sanitaria e sanità territoriale nel Chianti nell’incontro pubblico che, mercoledì 27 settembre, si terrà presso il Cinema Olimpia (ingresso da piazza Matteotti) alle ore 21.30. L’iniziativa mira a tracciare un bilancio dei servizi sanitari messi in campo nei quattro comuni del Chianti ad un anno dagli accordi territoriali che hanno fatto convergere risorse e obiettivi di enti pubblici e aziende sanitarie locali. All’incontro interverranno David Baroncelli, sindaco di Tavarnelle Val di Pesa, Giacomo Trentanovi, presidente dell’Unione comunale del Chianti fiorentino, Paolo Sottani, sindaco di Greve in Chianti, Massimiliano Pescini, sindaco di San Casciano Val di Pesa.

Redazione Nove da Firenze