Rubrica — In cucina

Entra nel vivo Wine&Siena 2018

Degustazioni “spiritose” con gli assaggiatori Anag. Studenti coinvolti in accoglienza


Da domani 27 gennaio alle 11, porte aperte per i percorsi enogastronomici di Wine&Siena. Con i grandi rossi toscani, Montalcino, Montepulciano, Chianti, Bolgheri, Carmignano, Orcia, a Rocca Salimbeni, sede storica del Monte dei Paschi di Siena. Le Bollicine, i Franciacorta e i bianchi da Lombardia, Alto Adige, Trentino, Friuli Venezia Giulia, Marche, Emilia Romagna a Palazzo Pubblico, in piazza del Campo, sotto la Maestà di Simone Martini e il Guidoriccio da Fogliano, nella sala del Mappamondo, attigua alla sala dei Nove con il ciclo del Buon Governo di Ambrogio Lorenzetti. Nelle stanze affrescate del Grand Hotel Continental Siena – Starhotels Collezione si potranno scoprire i viticoltori italiani di Abruzzo, Marche, Piemonte, Campania, Umbria, Veneto, Lazio, Calabria, Sicilia nonché distillati, birrifici e food. Entra nel vivo dunque la terza edizione di Wine&Siena, la manifestazione dedicata alle eccellenze vitivinicole e culinarie, il primo grande evento dell’anno dedicato alla scoperta delle eccellenze enologiche che è firmato dagli ideatori del Merano WineFestival nella più medievale delle città italiane. Oltre 160 i produttori che vengono da 15 regioni italiane, oltre a Austria e Francia. In degustazione i visitatori potranno trovare più di 500 vini. La qualità totale è elemento centrale nonché la proposta variegata: ogni produttore presenterà fino a quattro vini. Le cantine selezionate vengono da Piemonte, Lombardia, Trentino, Alto Adige, Veneto, Friuli Umbria, Emilia, Toscana, Lazio, Campania, Abruzzo, Calabria, Sicilia. E poi ci saranno, come detto, Austria e Francia.

Il programma di questo pomeriggio

Oggi pomeriggio, 26 gennaio alle 18, il taglio del nastro nella Sala delle Lupe, a Palazzo Pubblico. Ci saranno Helmuth Köcher, presidente e fondatore del Merano WineFestival, amministratore unico di Gourmet’s International e WineHunter, Stefano Bernardini, presidente Confcommercio Siena, Andrea Vanni, Gourmet’s International, Bruno Valentini, sindaco del Comune di Siena, Fulvio Mancuso, vicesindaco e assessore allo Sviluppo economico, Commercio, Società Partecipate, Smart City, Francesco Frati, rettore dell’Università degli Studi di Siena, Massimo Guasconi, presidente Camera di Commercio di Siena. Prima del brindisi inaugurale, consegna del premio “Bottiglia d’argento”, una doppia magnum Il Borro IGT donata da Tenuta il Borro di proprietà della famiglia Ferragamo. Il premio andrà a Rino Rappuoli, Chief Scientist di GSK Vaccines, scienziato senese e tra gli uomini più conosciuti del mondo. La bottiglia verrà dipinta in argento dalla pittrice senese Sara Cafarelli che, tra gli altri, ha esposto al MoMa di New York. L’obiettivo è quello di ripetere il premio anche il prossimo anno al fine di consegnare con Wine&Siena un riconoscimento ad un senese che porta il nome della città nel mondo. Dopo il brindisi inaugurale, alle 20, la Small Plates Gala presso l’Aula Magna Rettorato dell’Università degli studi di Siena. Protagonisti saranno undici ristoranti senesi che proporranno un loro piatto in abbinamento esclusivo con vini di aziende partecipanti all’evento.

Wine&Siena e masterclasses

Sabato 27 gennaio, dalle 11 alle 12.30, la Fisar propone Scherzi divini, imparare giocando, la palestra del gusto”, al costo di 10 euro. Dalle 14 alle 15.30,“Vallepicciola”, primi risultati con vitigni internazionali di una nuova realtà del Chianti Classico a cura di Organizzazione nazionale assaggiatori di vino, costo 25 euro. In degustazione Pinot Nero Rosato Lugherino 2016, Pinot Nero Boscobruno 2013, Pinot Nero Boscobruno 2014, Pinot Nero Boscobruno 2015, Merlot Quercegrosse 2015. Dalle 17 alle 18.30, “Castelfeder e Roeno. I territori del Riesling”, a cura di Fisar, costo 25 euro. In degustazione: verticale di Riesling Renano Praecipuus 2010 2011 2013 2014 2015 2016, miniverticale di Weingut Sorentberg – Mosel – Riesling Rotschiefer 2014 2015 2016, miniverticale di Weingut Sorentberg – Mosel – Riesling von 1000 Alten Reben 2013 2014 2015.

Wine&Siena e Wine Identity

Sabato 27 gennaio, presso l’Aula Magna del Rettorato dell’Università degli Studi di Siena, alle 15.30, “Wine Identity – Il valore della sostenibilità”,il convegno si svilupperà con le modalità TED, con interventi dunque di massimo nove minuti. A confrontarsi, docenti e imprenditori. L’obiettivo, capire come si costruisce l’identità del vino tenendo conto della dinamica della sostenibilità anche come valore da sfruttare in ambito turistico per promuovere il territorio. Modererà David Taddei, giornalista. Ci saranno gli interventi di Francesco Frati, magnifico rettore dell’Università degli Studi di Siena, Helmuth Köcher, presidente e fondatore del Merano WineFestival, amministratore unico di Gourmet’s International e WineHunter, Alessandro Regoli, direttore di Wine News, Maria Pia Maraghini, responsabile scientifico del master in “Wine Sustainability Management” dell’Università degli Studi di Siena. Ci saranno inoltre Daniele Borri di Professione Consulenti e Fabio Bianciardi di Qcertificazioni che interverranno sul tema “La sostenibilità come valore aggiunto nei sistemi di certificazione”. Ed ancora, ci saranno Andrea Salvatori, Meo Modo Restaurant manager, Relais Borgo Santo Pietro, Lorenzo Zanni, delegato del rettore al Trasferimento tecnologico e professore di management e marketing dell’Università degli Studi di Siena, membro del Comitato scientifico di Equalitas, Luca Devigili, brand manager dell’azienda vitivinicola Banfi, Alessandra Casini Bindi Sergardi, ceo dell’azienda vitivinicola di famiglia, Alessio Cavicchi, professore dell’Università degli Studi di Macerata, coordinatore del progetto europeo “The Wine Lab” e Pierpaolo Lorieri, azienda Vitivinicola Podere Scurtarola, presidente Federazione Strade del Vino e dei Sapori di Toscana

Wine&Siena e Food

Sabato 27 gennaio 2018 al Consorzio Agrario ci saranno gli showcooking. Alle 13.30, Focus sulla Pasta, con Giovanni Fabbri ricercatore, artigiano della pasta a Strada in Chianti, e con gli agricoltori produttori di PastAsciano si parlerà di semola di grani antichi, di lenta essiccazione, di digeribilità e delle vere caratteristiche che distinguono una pasta di qualità. In degustazione PastAsciano, Pasta di Farro bio Consorzio Agrario di Siena, Pasta Giovanni Fabbri, in abbinamento i vini del Consorzio Agrario di Siena. Alle 17,30, Verticale di prosciutto e bollicine, tre pezzi unici a confronto, affettati a coltello e accompagnati da bollicine senesi. Ci saranno il prosciutto Bruschi, Lucignano di maiale bianco allevato allo stato brado nei boschi di Montalcino, salatura 26 agosto 2015, il prosciutto di Cinta Senese dop Spannocchia Cinta allevato allo stato brado nei boschi della Montagnola Senese salatura 23 novembre 2015, il prosciutto di Cinta Senese dop Bruschi, Lucignano Cinta allevato allo stato brado nei boschi di Castellina in Chianti salatura 19 agosto 2015. Nel bicchiere, Castello di Cacchiano rosé metodo classico Ca' de Sass az agr Trequanda metodo classico Farnito Carpineto charmat sei mesi sui lieviti Pane Menchetti, farina macinata a pietra, lievitazione naturale cotto nel forno a legna. Euro 20, 35 posti disponibili, solo su prenotazione al tel. 0577/230265 – 05772301. Alle 20, Chianina di sera, la Chianina del Consorzio Agrario di Siena secondo Stefano Azzi, Chef de La Grazianella, Fattoria del Cerro Montepulciano. Ci saranno Crudo di Chianina, crema di pomodori secchi, capperi, olive nere al forno, scorza di limone e origano delle Crete Senesi. Ed ancora Nervetti di Chianina all'agro, valeriana e cipolle rosse brasate, Stracci di farro bio Consorzio Agrario di Siena con stracotto di Chianina, Cimalino di Chianina al Nobile di Montepulciano della Fattoria del Cerro con Patate in crosta di sale e aromi mediterranei. Nel bicchiere i vini della Fattoria del Cerro di Montepulciano: Cerrus rosé metodo classico, Nobile di Montepulciano docg, Nobile di Montepulciano riserva docg. Anche in questo caso, 35 sono i posti disponibili solo su prenotazione ai numeri 0577230265 - 05772301, il costo 20 euro.

Sempre domani sabato 27 gennaio, alle ore 20.30, Wine&Siena Dinner al Grand Hotel Continental Siena – Starhotels Collezione con in menu Terrina d’ oca al vin santo con pane ai fichi pepe e uvetta, Ravioli di cinta senese al rosmarino con il suo sugo, pasta al cacao e pinoli tostati, Filetto di manzo con riduzione al Chianti e filetti di mandorle con sformato di cime di rapa, Soffiato fondente con gelato alla vaniglia. Vini chiaramente in abbinamento

E poi, ancora in tema di Food, all’interno della manifestazione ci sarà la possibilità di scoprire grappe, birre e prodotti tipici. Dalla Basilicata,dalla Lombardia, dalle Marche, dal Piemonte, dalla Toscana, dal Trentino, dal Veneto. Non solo, presso il Grand Hotel Continental – Starhotels Collezione, in via Banchi di Sopra, il 27 e 28 gennaio dalle 11 alle 19,30, insieme ai produttori ci sarà anche “Lo spazio del gusto: conoscere e riconoscere olio, grappa e birra di qualità” in collaborazione con AICOO, Associazione Italiana Conoscitori Olio di Oliva, ANAG Associazione Assaggiatori di Grappe e Acquaviti, UDB Unione Degustatori Birre.

Wine&Siena è anche solidarietà

La manifestazione quest’anno accoglie tra i suoi espositori un punto di raccolta contributi a favore della Misericordia di Siena, presso le sale del Museo Civico del comune di Siena. Qui sarà possibile partecipare ad una vendita di beneficenza di pregiate bottiglie di vino che le aziende partecipanti a Wine&Siena hanno donato. Il ricavato sarà essere devoluto all’Arciconfraternita di Misericordia ed a Istituzioni Riunite in Siena che sarà presente a Wine&Siena garantendo il presidio sanitario permanente presso piazza Salimbeni.

I vini della Cortona Doc saranno protagonisti sabato 27 e domenica 28 gennaio a Wine&Siena, il grande appuntamento dedicato al vino italiano che si svolgerà a Siena in location mozzafiato. I vini della denominazione cortonese potranno essere degustati al banco d’assaggio promosso dal Consorzio Vini Cortona. Rocca Salimbeni – Tavolo 61 Entrata Rotonda. Sono queste le coordinate per scoprire i vini del territorio di Cortona a partire dal Syrah, vitigno principe della Doc, nei due giorni di degustazione che vedranno presenti al banco consortile numerose etichette di varie aziende della Doc. «Stiamo promovendo con il Consorzio numerosi incontri territoriali – spiega il presidente del Consorzio Vini Cortona, Marco Giannoni – in parte in collaborazione con le associazioni dei sommelier, in parte con istituzioni come questa del Merano Wine Festival con l’obiettivo di incontrare da vicino il consumatore e prima ancora gli operatori del settore, portando a crescere la presenza della denominazione nel mercato nazionale».

Degustazioni “spiritose” in compagnia di Anag, Assaggiatori grappa e acquaviti per scoprire da vicino il mondo dei distillati nella cornice di Wine&Siena. L’appuntamento è per domani, sabato 27 e domenica 28 gennaio, dalle ore 11 alle ore 19.30,durante l’evento che coinvolgerà, nella sua terza edizione, oltre 160 produttori e 500 vini in arrivo da 15 regioni italiane, Austria e Francia. Gli espositori e tutte le iniziative in programma saranno distribuiti in location prestigiose quali Palazzo Pubblico, Rocca Salimbeni - sede della Banca Monte dei Paschi di Siena - e il Grand Hotel Continental Siena – Starhotels Collezione. Proprio quest’ultima ospiterà le degustazioni di grappa e distillati presenti alla manifestazione, guidate, per la prima volta, da esperti assaggiatori Anag dell’associazione regionale della Toscana e della delegazione provinciale di Siena.

“La partecipazione a Wine&Siena - afferma la presidente federale di Anag, Paola Soldi - rappresenta una bella occasione per la nostra associazione per promuovere la conoscenza del distillato di bandiera e di altri distillati attraverso la ‘cultura del buon bere’ che guida tutte le nostre iniziative, dai corsi alle serate di degustazione fino alla partecipazione a manifestazioni dedicate al settore enogastronomico. Ringrazio gli organizzatori per averci coinvolto e gli assaggiatori Anag che rappresenteranno la nostra associazione con professionalità e competenza”.

Sono circa 50 gli studenti dell'Istituto d’istruzione superiore statale “Bettino Ricasoli” di Siena che domani, sabato 27 e domenica 28 gennaio saranno coinvolti direttamente nello svolgimento di Wine&Siena. L’evento - che vedrà protagoniste eccellenze enologiche in arrivo da 15 regioni italiane, Austria e Francia con oltre 160 produttori, 500 vini, distillati, birre e food - ospiterà nelle suggestive sale del Palazzo Pubblico di Siena gli studenti del sesto anno del corso enotecnico dell’Istituto Tecnico Agrario che presenteranno e faranno degustare i vini da loro prodotti, mentre quelli dell'Istituto professionale per l'enogastronomia e l’ospitalità alberghiera, con sede a Colle di Val d’Elsa, contribuiranno all’accoglienza dei visitatori nelle tre prestigiose sedi dell’evento: Palazzo Pubblico, Rocca Salimbeni e Grand Hotel Continental Siena – Starhotels Collezione.

Redazione Nove da Firenze