Emergenza terremoto: il cuore della Toscana per le comunità del Centro Italia

In tanti alle cene solidali


Dall’inizio della sequenza, con il terremoto di magnitudo 6.0 avvenuto alle ore 03:36 italiane del 24 agosto, la Rete Sismica Nazionale dell’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia ha localizzato complessivamente oltre 4500 eventi: 157 i terremoti di magnitudo compresa tra 3.0 e 4.0; 15 quelli localizzati di magnitudo compresa tra 4.0 e 5.0 e uno di magnitudo maggiore di 5.0 (quello di magnitudo 5.4 (Mw 5.3) avvenuto il 24 agosto con alle ore 04:33 italiane nella zona di Norcia (PG). La mappa della sequenza sismica aggiornata alle ore 19:00 del 3 settembre. Dalle 9.00 di questa mattina (ora dell’ultimo aggiornamento) sono stati 5 gli eventi di magnitudo maggiore o uguale di 3.0, riportati nella tabella qui sotto. Il terremoto più forte, di magnitudo Ml 4.5 (Mw 4.3) è avvenuto questa mattina alle ore 12:18 tra le Province di Macerata e Ascoli Piceno nei pressi di Castelsantangelo sul Nera (MC), Montemonaco (AP) e Montegallo (AP).

Immagine incorporata 1

La squadra congiunta della Protezione civile della Città Metropolitana e del Comune di Firenze ha lavorato oggi alla manutenzione dei campi allestiti a Cornillo Nuovo e Musicchio, frazioni di Amatrice, coordinando le attività del volontariato sulla base delle indicazioni condivise in una riunione dei responsabili e coordinati dei campi. Riaperto oggi al transito il ponte in località Tre Occhi, dopo un puntuale lavoro svolto dal Genio militare che ha creato un guado.

Erano in tanti ieri sera a Marradi ad affollare l’Urban Center-Mercato Coperto, dove si teneva la cena solidale per raccogliere fondi a favore delle comunità del Centro Italia colpite dal terremoto. Nell’area del Mercato Coperto sono state allestite lunghe tavolate e nessun posto è rimasto vuoto. Il sindaco Tommaso Triberti aveva esortato i concittadini a partecipare, ricordando quanto Marradi sia “solidale, accogliente e sempre pronta ad aiutare”. Così è stato: i marradesi hanno risposto con generosità, partecipando in gran numero alla cena solidale. E sono stati raccolti circa 5.000 euro.
Scrive sulla propria pagina Facebook il sindaco Triberti: “È un onore poter rappresentare il proprio paese e lo è ancora di più quando, in serate come ieri, Marradi dimostra tutto il suo cuore”. Il primo cittadino ringrazia tutti i volontari e chi ha partecipato all’iniziativa solidale: “Grazie all'impegno dei tanti che si sono rimboccati le maniche organizzando in poco tempo una serata speciale e grazie alle tantissime persone che sono venute per dare il proprio contributo e per stringersi attorno ai territori colpiti dal terremoto, sono stati raccolti circa 5000 euro. Grazie Marradi”.

Non mancherà il contributo dei tassisti fiorentini alle popolazioni colpite dal sisma del 24 agosto scorso tra Lazio, Umbria e Marche. I soci della cooperativa Socota - Radio Taxi 4242, in collaborazione con la Società di Mutuo Soccorso (Sms) tra i Tassisti Fiorentini, hanno avviato una raccolta fondi da destinare ai terremotati. Già nel 2012 il mondo dei taxi di Firenze aveva raccolto un quantitativo di denaro, utilizzato per ricostruire una scuola di San Possidonio (Modena) danneggiata dal sisma in Emilia Romagna."In particolare - spiegano Sergio Stiacci e Sergio Frosinini, presidenti rispettivamente di Socota e Sms Tassisti Fiorentini - destineremo i soldi raccolti a uno dei progetti che ci verranno sottoposti dagli enti che si stanno occupando della ricostruzione. Alcuni nostri soci sono già impegnati sul posto, come volontari di varie associazioni di assistenza. La natura mutualistica e cooperativa delle nostre società ci spinge a essere sempre in prima linea, a beneficio della collettività".

Redazione Nove da Firenze