"Ecosistemi Digitali" il 1 dicembre a Firenze

Un think tank che riunisce Istituzioni e imprese del settore turismo


Firenze, 26 settembre 2017 – È stata fissata per il prossimo 1° dicembre, alla Fortezza da Basso di Firenze, la seconda edizione di Ecosistemi Digitali: l’evento che ha come scopo lo sviluppo di infrastrutture digitali per il turismo in Italia. Un settore sempre più strategico, quello del turismo on-line, che nell’estate 2017 ha visto aumentare del +19,3% gli internauti che hanno scelto il Bel Paese come meta turistica (fonte: Enit, Monitoraggio Estate - Autunno 2017).

L’evento, promosso dal MiBACT, MiSE e Regioni italiane, e sviluppato insieme alla Regione Toscana e Toscana Promozione Turistica, si terrà subito dopo la chiusura della decima edizione di BTO – Buy Turism Oniline, in programma dal 29 al 30 novembre sempre presso la Fortezza da Basso. Ecosistemi Digitali si inquadra nel Piano Strategico di Sviluppo del Turismo 2017-2022 per arrivare alla definizione di una Carta comune che coinvolga gli attori istituzionali nella promozione della Destinazione Italia in rete.

Un anno dopo la prima edizione dell’evento, che ha visto 100 esperti provenienti da tutta Italia definire 10 linee guida in materia di turismo on-line, i rappresentati delle Istituzioni e delle imprese che operano nel settore turismo si ritroveranno per fare il punto sull’avanzamento della digitalizzazione nella promozione turistica.

Un settore in espansione che, come evidenziano i dati di Google Trends relativi all’estate 2017, ha visto impennarsi le ricerche in Rete relative alle mete turistiche del nostro Paese. In particolare, i Paesi che, online, hanno dimostrato il maggiore interesse per l’Italia sono Germania, Stati Uniti d’America, Regno Unito e Francia. I Paesi con una maggiore crescita di interesse sono invece: Argentina (+24%), Russia (+20%), Australia (+11%) e Spagna (+10%).

L’incremento maggiore nelle ricerche Web è avvenuto a partire dal periodo primaverile, con un picco durante i mesi di giugno, luglio e agosto (+14% anno su anno). Le tre città italiane più ricercate sono Napoli (+25%), Firenze (+10%) e Milano (+8%). Tra le località di maggiore interesse invece vi sono le Dolomiti (+20%), le Cinque Terre (+17%) e il Lago di Garda (+12%).

L’aumento dell’interesse da parte dei turisti che usano la Rete per pianificare le proprie vacanze è stato percepito anche dagli operatori, come evidenziano i dati della ricerca “Un’estate italiana” commissionata da Enit: ben il 77,6% osserva un incremento rispetto all’andamento delle vendite per lo stesso periodo del 2016.

Per quanto riguarda la Toscana invece - secondo i dati dell’indagine SL&A per Toscana Promozione Turistica - il 42,7% degli operatori ha registrato un aumento delle vendite online durante l’estate, in primis gli alberghi (55,2%). C’è anche una relazione diretta tra l’utilizzo dei canali on-line e i risultati: tra chi ha venduto di più online quest’estate sale la quota di soddisfatti per l’andamento della stagione (+76% rispetto al 61% della media) e per le prenotazioni nel mese di settembre (96% vs 66 % della media).

I canali digital più utilizzati dai professionisti toscani del turismo sono i siti Web: è online il 95,1% delle strutture ricettive contro l’86% della media nazionale. Seguono i social network, utilizzati dal 56% degli operatori: in questo caso la Toscana deve recuperare un gap rispetto al resto dell’Italia (la media nazionale è del 66%). Sono invece il 9,6% coloro che si affidano ai blog di viaggio.

Un campo, quello del turismo digitale, nel quale secondo il Sottosegretario di Stato del MiSE Antonello Giacomelli l’Italia deve ambire al ruolo di protagonista: “La competizione digitale, che ha come premessa la connettività e lo sviluppo di servizi innovativi, sta rivoluzionando il nostro modo di vivere, di produrre, di pensare. L’Italia non è più fanalino di coda su questi temi, ma anzi si candida ad essere protagonista della nuova stagione digitale coniugando i progressi tecnologici al meglio della promozione del made in Italy”.

Un anno fa – prosegue Giacomelli - annunciai a Ecosistemi Digitali che stavamo lavorando al progetto di un’unica rete wifi per tutto il territorio nazionale pensata per i turisti. Con soddisfazione oggi posso dire che quel progetto è partito a luglio con il lancio di una App che permette a ciascun utente di accedere in maniera trasparente e immediata alla federazione di reti Wifi°Italia°it e di usufruire di contenuti e servizi dell’ecosistema Turismo che via via vengono messi a disposizione”.

Un progetto dalle potenzialità enormi - conclude il Sottosegretario Antonello Giacomelli - che ci consentirà anche di avere in tempo reale un dato completo sul flusso turistico in Italia, sulla sua composizione, sugli spostamenti: informazioni utili per la messa a punto di servizi capaci di migliorare l’ospitalità italiana e di promuovere lo sviluppo dei territori”.

Per l’Assessore al Turismo della Regione Toscana Stefano Ciuoffo, “Con Ecosistemi Digitali cerchiamo di mettere in piedi in modo stabile e istituzionalizzato un luogo di confronto tra operatori del settore ed Enti pubblici per confrontarsi sulle modifiche in atto nel veloce mondo del turismo e del Web. L’innovazione tecnologica e digitale ha rivoluzionato il modo di pensare e gestire un viaggio provocando cambiamenti irreversibili e spesso imprevisti sui quali è bene fare una riflessione con tutti i protagonisti, importante per chi come Ente pubblico deve legiferare o governare il fenomeno".

Redazione Nove da Firenze