Droga Cascine e Isolotto: dalla Tramvia l'eroina arriva alle scuole

Troppi controlli, lo spaccio si sposta verso le scuole


 Gli spacciatori, per continuare indisturbati nello smercio di droghe, si sono riorganizzati spostando il loro teatro d’azione nelle vie limitrofe, spingendosi perfino nelle aree vicine agli istituti scolastici, finanche quelle prossime alle scuole per l’infanzia.
 Incessanti i controlli avviati oramai da mesi da parte dei Carabinieri per contrastare lo spaccio di stupefacente sul tratto della linea 1 della Tramvia. Già prodotti numerosi arresti e denunce a piede libero,

I servizi di contrasto eseguiti dai Carabinieri della Compagnia Oltrarno sono stati rimodulati sulle nuove piazze di spaccio, nella mattinata di oggi i Carabinieri del Nucleo Operativo hanno arrestato per “spaccio di stupefacenti” un nigeriano 24enne, già peraltro arrestato per lo stesso motivo negli ultimi tempi. Il giovane, sorpreso su via Lunga, nei pressi dell’Istituto comprensivo Barsanti, mentre stava riscuotendo il dovuto per la cessione di due dosi di eroina (1,5 grammi complessivi), è stato arrestato dopo un breve inseguimento, lungo la vicina via Baccio da Montelupo senza che potesse opporre resistenza o proseguire oltre la fuga.
I due acquirenti, un 46enne e un 42enne entrambi di Firenze, sono stati segnalati alla Prefettura mentre l’arrestato è stato trattenuto presso le camere di sicurezza della caserma di Oltrarno in attesa del rito direttissimo previsto per la mattinata di domani.
L’attività di p.g. ha peraltro portato al sequestro, oltre che dello stupefacente, della somma contante di circa 800 euro trovata addosso all’arrestato e considerata provento dell’illecita attività di spaccio.

Redazione Nove da Firenze