Domani le esequie del pilota toscano precipitato in Southwest Alaska

La salma di Gabriele Cianetti, rientrata oggi in Italia, sarà tumulata domani a San Miniato


E' atterrata oggi all'aeroporto di Fiumicino, la salma di Gabriele Cianetti, il pilota 54enne schiantatosi in una remota località montuosa della penisola sud-occidentale dell'Alaska, lunedì 1 maggio, alla guida di un Cessna 208B Caravan della Grant Aviation. Il corpo dell'unico occupante del velivolo era stato recuperato solo tre giorni dopo, in una posizione scoscesa e coperta di neve, a circa 8 miglia a sud di Chignik Lake, dai membri del soccorso alpino, a bordo di un elicottero MH-60 Jayhawk della Guardia Costiera. L'aereo di Cianetti era precipitato durante un volo da Port Heiden a Perryville. Ma i piani per una missione di recupero erano stati ritardati per il maltempo. Il corpo di Cianetti è stato sottoposto ad autopsia allo State Medical Examiner Office di Anchorage.

Risolti gli obblighi doganali, la salma verrà traslata in Toscana domattina. Le esequie avranno luogo domani, alle 15:00, alla chiesa di San Salvatore alla Scala, frazione di San Miniato.

Cianetti aveva doppia cittadinanza statunitense e italiana, dopo che si era trasferito in USA, circa 15 anni fa proprio per realizzare il sogno della sua vita, diventare un pilota civile. Volava per la Grant Aviation dal 2014, ed era stato spesso assegnato al difficile percorso tra Port Heiden, Chigniks e Perryville. Molti residenti di quelle comunità che avevano volato con Cianetti hanno espresso il loro cordoglio attraverso i social network.

Nicola Novelli