Disagi alla Motorizzazione, la Regione chiama il Governo

L'assessore Ceccarelli scrive al ministro De Micheli: "Tempi di attesa eccessivi, con danni a cittadini, imprese di trasporto, agenzie automobilistiche e autoscuole"


Una lettera al Ministro Paola De Micheli per sottolineare la preoccupazione delle associazioni di categoria circa le “criticità di funzionamento degli uffici della Motorizzazione Civile” ed i disagi che essere provocano a cittadini, imprese di trasporto, agenzie automobilistiche ed autoscuole. A scriverla ed inviarla al Ministero delle infrastrutture e dei trasporti l'assessore regionale ai trasporti Vincenzo Ceccarelli, che, dopo aver raccolto sollecitazioni da parte di più territori, ha deciso di porre la questione ai vertici nazionali del servizio.


"Negli ultimi anni - scrive Ceccarelli - le attività degli uffici di Motorizzazione civile sono state ampliate aggiungendo alle funzioni ordinarie anche la gestione degli albi provinciali degli autotrasportatori e, da questo mese di gennaio 2020, l’avvio del 'documento unico', che comporta la necessità di adeguata formazione. Gli uffici delle Motorizzazioni soffrivano già della mancanza di personale ed a fronte di tale incremento di lavoro il risultato è quello di ulteriori allungamenti nei tempi di attesa per lo svolgimento delle pratiche e di ritardi rilevanti, anche di mesi, nelle prenotazioni. Questo, come segnalano le Associazioni di categoria, danneggia i cittadini e le imprese di trasporto, le agenzie automobilistiche, le autoscuole".

"Sono certo - ha concluso Ceccarelli - che il Ministro comprenderà la preoccupazione dei territori e che farà quanto in suo potere per offrire un servizio che risponda alle esigenze dei cittadini e delle attività economiche".

Redazione Nove da Firenze