Rubrica — Scomparsi in Toscana

Delitto di via della Scala, la ricostruzione nella docufiction de Il Terzo indizio

Il Terzo indizio dalle 21 e 15 su Rete4


 Il programma condotto da Barbara De Rossi ricostruisce casi di cronaca nera del presente e del passato, l'uso della docufiction viene adottato per riesaminare aspetti emersi dagli atti giudiziari.

Martedì 30 gennaio 2018 torna sotto i riflettori il delitto di Rossana trovata morta a Firenze, ferita alla gola in un appartamento di via della Scala.

La vittima ha 46 anni ed è una impiegata di Banca, sposata e madre di due figlie. A trovare il cadavere all'ora di pranzo è il marito, titolare di una farmacia del centro storico di Firenze. La donna viene rinvenuta "prona, viso rivolto al pavimento, in una pozza di sangue". Due tagli, profondi, alla gola. Nessun segno di scasso, dall'appartamento non manca nulla tranne un giaccone da uomo. Gli inquirenti trovano alcuni indumenti femminili sporchi di sangue.

 Un testimone presente nel palazzo dirà di aver sentito delle urla provenire dall'appartamento intorno alle 9 del mattino. 

 Un delitto in cui il movente sfugge fatta eccezione per alcune telefonate mute ricevute dalla donna suo cellulare e sul telefono fisso.
Gli inquirenti rintracciano così un'altra donna che si dimostrerà essere una ex compagna universitaria del marito di Rossana. La donna confessa.

In primo grado la condanna a 30 anni di carcere, ridotti a 20 in Appello a seguito di una perizia medica psichiatrica.

Redazione Nove da Firenze