​Decumanus, gusto ed ospitalità nella Firenze dell'Antica Roma

Il Ristorante Caffè di via dei Servi ha il pregio di trovarsi accanto al Duomo di Firenze, proprio nel cuore dell’antica città romana


Josè Manfredi è lo chef del Decumanus, già direttore del Dante di piazza Nazario Sauro, dopo alcune esperienze europee tra la Romania e la Germania è tornato al Forte dei Marmi, per poi unirsi all'imprenditore Giulio Meghini ed innamorarsi degli spazi di via dei Servi.
L'allestimento interno è firmato dallo studio di architettura Mimesi 62, che ha ideato una scenografia fatta di materiali naturali: legno di noce e pietra serena nelle ampie sale, mentre nel giardino interno, tuffata tra i palazzi c'è una teca di vetro che avvolge i commensali creando una bolla spazio temporale nella quale anche i sapori gongolano.

L'ospitalità è per la proprietaria, Duscka Corsi, quel valore aggiunto da non far mai mancare a tavola. Dal caffé all'aperitivo, in varie ore del giorno, il locale non invade la strada ed ispira il passante. 

Dall'Europa dell’est al Sud America tra culture culinarie e tecniche lontane, Josè Manfredi torna al primo amore, la cucina semplice e genuina, con l’utilizzo esclusivo di prodotti locali di prima qualità, oltre al pesce che predilige cucinare.

Punto forte del Decumanus, e primo incontro appena varcata la soglia, sono i dolci casalinghi elaborati dalla pasticcera Arabela Nita che si occupa ogni giorno del laboratorio interno per produrre torte e dolci farciti con creme e marmellate sempre fresche, su basi lievitate a lungo.

Dal selciato dell'antica Firenze Romana emerge oggi una proposta enogastronomica raffinata ma non proibitiva dove le porzioni sono abbondanti ed a buon prezzo, per una esperienza d'altri tempi.

Redazione Nove da Firenze