Day hospital oncologico di alta specializzazione a Santa Maria Nuova

L’inaugurazione si svolgerà venerdì 23 giugno 2017 alle ore 12


Apre il day hospital oncologico di alta specializzazione all’ospedale Santa Maria Nuova per offrire ai pazienti oncologici un percorso completo che ora comprende anche la terapia chemioterapica. Viene attivato inoltre il servizio di Aiuto Point, per orientare meglio i pazienti nel loro percorso di controllo e monitoraggio con una forte integrazione fra assistenza sanitaria, sociale e amministrativa.

Il Nuovo Reparto è dedicato a Ilaria Meucci, oncologa, prematuramente scomparsa, principale promotrice del day hospital oncologico che prenderà il suo nome. Durante l’inaugurazione sarà scoperta una targa alla sua memoria. Sarà presente la sorella Elisabetta Meucci, consigliere regione Toscana.

Presidio ospedaliero Santa Maria Nuova – piano primo

Insieme all’assessore regionale al diritto alla salute Stefania Saccardi saranno presenti l’onorevole Federico Gelli, l’assessore al welfare e alla sanità del Comune di Firenze Sara Funaro, il direttore generale Emanuele Gori, il direttore del dipartimento aziendale oncologico Luisa Fioretto, il direttore dipartimento specialistiche mediche Giancarlo Landini, il direttore del presidio ospedaliero Francesca Ciraolo.

L’Inaugurazione si inserisce nelle iniziative previste per il 729° Anniversario della Fondazione dell’Ospedale Santa Maria Nuova 

Il programma prosegue nel pomeriggio alle ore 16.00 con la consegna da parte del Comitato per Santa Maria Nuova delle targhe ricordo al personale andato in pensione nell’ultimo anno.

Alle ore 17.00 si svolgerà la presentazione del volume “Santa Maria Nuova attraverso i secoli – Assistenza, Scienza e Artenell’ospedale dei fiorentini” (Edizioni Polistampa).

Il volume, curato dal vicepresidente della Fondazione Santa Maria Nuova Giancarlo Landini , vuole essere il più possibile esaustivo sulla storia del più antico ospedale al mondo ancora in attività, e promette finalmente di gettare luce su aspetti inediti o poco conosciuti di quest’antica struttura: la sua evoluzione architettonica, il patrimonio d’arte in esso conservato, la struttura sanitaria e amministrativa, la sua antica biblioteca e la spezieria interna al complesso, la storia dei grandi medici che si sono formati ed anno operato all’interno dell’ Arcispedale.

Il libro, dedicato alla figura del medico Piero Gambaccini, è stato finanziato dalla Fondazione Santa Maria Nuova Onlus grazie ad una donazione della The Philip and Irene Toll Gage Foundation. Alla presentazione, saranno presenti il vicepresidente Landini, gli altri autori dell’opera e Maria Federica Giuliani presidente della commissione cultura del Comune.

Alle ore 18.00 saranno effettuate visite guidate alle opere all’interno del percorso museale di Santa Maria Nuova restaurate nel corso dell’ultimo anno. Le visite, (ad ingresso libero e senza obbligo di prenotazione) avranno come “guide” d’eccezione i restauratori che hanno curato gli interventi. Per partecipare alle visite l’appuntamento è all’ingresso dell’ospedale.

La giornata si concluderà con la tradizionale Messa presso la Chiesa di Sant’Egidio, celebrata alle ore 19.00 per l’occasione daMonsignor Vasco Giuliani (Delegato Arcivescovile per i laici) e dagli assistenti religiosi di Santa Maria Nuova con musica e canti a cura delle Suore Ospitaliere di Monna Tessa. A seguire il concerto di pianoforte: Récital di Ryo Terukina, Manuel Malandrini con direzione artistica Maestro Piero Grazzini.

Redazione Nove da Firenze