Datore di lavoro denuncia la colf infedele

La donna è accusata di utilizzo indebito di carta di credito


Datore di lavoro denuncia la colf infedele

I militari della Stazione Carabinieri di Figline Valdarno hanno proceduto al deferimento in stato di libertà di una donna reggellese, già conosciuta per diversi precedenti penali, per “furto aggravato e continuato” ed “indebito utilizzo di carte di pagamento”.
I militari, in seguito ad una denuncia – querela sporta dall’intestatario della carta di credito per alcune operazioni non riconosciute di prelievo eseguite tra il 02 ottobre ed il 04 novembre 2017, hanno richiesto i filmati della videosorveglianza detenuti dall’Istituto di Credito, appurando come la donna avesse compiuto gli illeciti ritiri.
La scoperta ha quindi permesso di capire come il mezzo di pagamento venisse sottratto dal portafoglio del querelante ogni volta che la donna prestasse la propria opera di “colf” presso la sua abitazione. Questa, approfittando della fiducia del suo datore di lavoro e della minorata difesa della di lui madre, ultracentenaria, mentre sbrigava le faccende domestiche rubava la carta di credito per poi utilizzarla mentre svolgeva le commissioni esterne che le venivano affidate.

Per fortuna la vittima, ricevuto l’estratto conto, notava immediatamente l’ingente ammanco (circa 3.900,00 €) ed attivava le forze dell'ordine. Ora per la prevenuta, “colf indedele”, oltre alla perdita del lavoro, vi sarà anche un procedimento penale da sostenere.

Redazione Nove da Firenze