Rubrica — In cucina

Dario Cecchini incontra Alain Bonnefoit

​Arte, cibo e poesia: conversazione sui piaceri della vita e sul senso del bello


Sarà Dario Cecchini, il celebre macellaio-poeta di Panzano in Chianti, paladino della convivialità tipica toscana, il protagonista del dialogo con l'artista parigino Alain Bonnefoit sul tema “Arte, buona cucina e altre storie”, che si terrà giovedì 15 settembre alle ore 18.30 nel Palazzo Pretorio di Certaldo, nell'ambito della mostra di arte contemporanea "Vive la vie - pittura e altri (amori) di Alain Bonnefoit".

L'incontro, a due mesi dall'inaugurazione dell'esposizione, è il secondo di tre dialoghi dedicati rispettivamente a cinema, cucina e vino, tre passioni, tre tematiche che contraddistinguono e sono capaci di mettere a confronto la Francia e l'Italia, ovvero l'artista Alain Bonnefoit da un lato e tre suoi amici italiani dall'altro: l'attore Claudio Bisio (già protagonista di un incontro pubblico il 5 agosto), l'artigiano e poeta Dario Cecchini (giovedì 15 settembre), e il sommelier Carmelo Sgandurra (incontro in programma domenica 9 ottobre durante Boccaccesca), a dimostrazione che l'arte e il piacere di dipingere si lega profondamente, per quest'artista, con tutta la vita dell'uomo.

Originario di Panzano in Chianti dove tuttora ha sede a sua principale attività, rappresentate di una famiglia di macellai giunta all’ottava generazione, Dario Cecchini è noto come sostenitore e difensore della cucina e della convivialità tipiche toscane, in particolar modo della carne e della bistecca alla fiorentina. Ma negli anni si è saputo far conoscere non solo come macellaio, ma anche come divulgatore della tradizione poetica toscana, a partire da quel Dante Alighieri che ama recitare mentre serve i suoi ospiti a tavola. E alle opere di Alain Bonnefoit esposte a Certaldo, Cecchini ha dedicato alcuni versi che si trovano in catalogo, e che recita: “Possiedo la tua opera. / La guardo e la riguardo piano piano, / così come si sorseggia e si apprezza un vino vecchio” e poi ancora “Con un tratto di matita sveli il mistero del corpo femminile, / o forse, insondabile, / ancora lo ricerchi, e nella tua indagine mi coinvolgi, / ...”.

All'iniziativa, con ingresso libero, parteciperanno il sindaco Giacomo Cucini e l'assessore alla cultura Francesca Pinochi. Al termine della conversazione, sarà possibile effettuare una visita della mostra insieme all'artista e all'ospite della serata, che si concluderà intorno alle ore 20.

Info: Sistema Museale di Certaldo +39 0571 661265 - musei@comune.certaldo.fi.it  www.comune.certaldo.fi.it

Il catalogo della mostra è disponibile presso Palazzo Pretorio.

In cucina — rubrica a cura di Stefania Guernieri

Stefania Guernieri

Stefania Guernieri — Giornalista professionista fiorentina, esperta di comunicazione digitale

E-mail: stefania.guernieri@gmail.com