​Dalla Misericordia di Firenze 41mila euro ai terremotati del Centro Italia

Già lo scorso ottobre furono consegnati al Vescovo di Ascoli Piceno Giovanni D'Ercole 4.000 euro


La Misericordia di Firenze ha consegnato nelle mani di Monsignor Domenico Pompilii, Vescovo di Rieti, 2 assegni per un importo totale di 37.000 euro. Questo è solo l’ultima raccolta fondi che la Misericordia di Firenze ha destinato alle popolazioni colpite dal terremoto.

Il 24 agosto 2016, giorno della forte scossa di terremoto che ha colpito il Centro Italia, l’Arciconfraternita di piazza Duomo ha aperto un conto corrente dove sono state raccolte le donazioni dei cittadini. In questi mesi la risposta da parte dei fiorentini e degli italiani è stata davvero preziosa e importante e ha confermato l’importante credibilità che la Misericordia di Firenze gode anche fuori dalla città di Firenze.

Il denaro raccolto è arrivato da tutte le parti d’Italia, da privati cittadini e da associazioni. La Misericordia di Firenze - su chiamata della Confederazione Nazionale delle Misericordie d’Italia della quale è membro - è stata presente fin dalle prime ore nelle zone terremotate, portando generi di prima necessità e materiale di primo soccorso, con uomini e con i volontari e i cani del gruppo cinofilo per la ricerca di dispersi sotto le macerie.

Redazione Nove da Firenze