Dal 6 agosto al 2 settembre circolazione ferroviaria sospesa tra Pistoia e Montecatini

Mentre la Ferrovia Prato-Bologna sarà chiusa dal 16 al 26 agosto


Proseguono i lavori per il raddoppio ferroviario tra Pistoia e Montecatini Terme, sulla linea Firenze – Pistoia – Viareggio. In particolare, nel mese di agosto, saranno svolte anche le attività propedeutiche per l’eliminazione dei passaggi a livello. Per consentire l’operatività del cantiere, da domenica 6 agosto a sabato 2 settembre la circolazione dei treni tra Pistoia e Montecatini terme sarà sospesa. Durante tutto il periodo sarà attivo, tra le due località, un servizio sostitutivo con autobus via autostrada A11 (compatibile con i lavori stradali in prossimità di Montecatini) che non fermeranno nella stazione intermedia di Serravalle Pistoiese.

Continuerà ad essere garantito, con un autobus attrezzato o con mezzi dedicati, anche il servizio per i viaggiatori a ridotta mobilità che lo avranno prenotato presso la Sala Blu salablu.firenze@rfi.it oppure allo 02.323232 o 800.906060 (da rete fissa). I sistemi di vendita di Trenitalia sono già aggiornati con la nuova offerta commerciale, che sarà consultabile anche sui quadri orario arrivi e partenze nella stazioni della linea. L’orario di partenza e arrivo dei bus (che fermeranno nei piazzali antistanti la stazione) potrà variare in base alle condizioni del traffico stradale. Gli orari dei treni da Firenze per Pistoia e viceversa rimarranno pressoché invariati.

Per agevolare la mobilità è stata potenziata, nella fascia mattutina, l’offerta sulla relazione Viareggio - Pisa - Firenze. Durante l’interruzione si consiglia ai possessori di biglietto ed abbonamento Trenitalia da Lucca/Tassignano – Capannori/Porcari/Altopascio per Firenze e viceversa di percorrere l’itinerario via Lucca – Pisa – Empoli. Tra Viareggio/Lucca e Firenze i tempi di viaggio si potrebbero allungare di 30 minuti per l’interscambio treno-bus tra Montecatini e Pistoia. Infine, nella stazione di Lucca sono in programma lavori di riqualificazione del 3° marciapiede mentre i binari 5 e 6 non saranno a disposizione dei viaggiatori. Per questo motivo alcuni treni potranno variare il binario di arrivo o partenza o modificare il tempo di viaggio di qualche minuto.

Invece la chiusura della linea ferroviaria Prato-Bologna, è stata decisa da Rete Ferroviaria Italiana dal 16 al 26 agosto. La chiusura della linea sarà necessaria per consentire a Rete Ferroviaria Italiana di eseguire importanti interventi di manutenzione straordinaria, come il rifacimento dell'arco rovescio all'interno della galleria Monte Adone. Contestualmente, nella stazione di San Benedetto Val di Sambro sarà innalzato a 55 centimetri il secondo marciapiede, per consentire un più agevole accesso ai treni. Saranno inoltre rinnovati gli scambi e verranno rifatte le canalette per il drenaggio delle acque. I treni regionali saranno limitati nelle stazioni di Pianoro (se diretti a sud) e Vernio (se diretti a nord). I collegamenti fra Pianoro e San Benedetto Val di Sambro saranno garantiti da un servizio sostitutivo con bus con cadenza oraria e fermate a Monzuno e Grizzana. Previste anche tre coppie di autobus fra San Benedetto Val di Sambro e Vernio, con partenza al mattino, a metà giornata e nel tardo pomeriggio.

Redazione Nove da Firenze