Corruzione a Firenze, arresti: indagati funzionari pubblici

Approfondimenti investigativi avviati nell'ambito di una attività di servizio che aveva portato alla fine del 2016 all'arresto in flagranza di reato di un altro funzionario pubblico


Nella mattinata odierna, militari del Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Firenze hanno dato esecuzione ad una ordinanza di applicazione di misure cautelari personali disposta dal Giudice per le indagini Preliminari del Tribunale di Firenze – dott.ssa Paola Belsito – su richiesta della locale Procura della Repubblica diretta dal Procuratore Dott. Giuseppe Creazzo ed emessa nei confronti di 5 imprenditori e 1 funzionario del Provveditorato Interregionale OO.PP. – sede di Firenze, indagati, tra l’altro, per reati di corruzione.
In particolare quest’ultimi sono stati destinatari, rispettivamente, di una misura degli arresti in carcere, di due arresti domiciliari ed infine di due interdizioni all'esercizio di attività imprenditoriale (per 8 mesi) ed un divieto dall’esercizio del pubblico ufficio riguardante un funzionario in servizio presso il citato Provveditorato (per 8 mesi). Inoltre, il Giudice per le Indagini Preliminari di Firenze si è riservato la valutazione dell’applicazione della misura interdittiva all’esito di apposito interrogatorio che effettuerà nei confronti di un altro funzionario del medesimo Provveditorato.

I provvedimenti cautelari eseguiti stamane dai Finanzieri del Nucleo di Polizia Economico-Finanziaria di Firenze che hanno operato sotto il coordinamento del Proc. Agg. Dott. Luca Turco e del Sost. Proc. Dott.ssa Christine Von Borries, sono stati emessi sulla base degli approfondimenti investigativi avviati nell’ambito di una attività di servizio che aveva portato alla fine del 2016 all’arresto in flagranza di reato di un altro funzionario pubblico per i reati di corruzione e del legale rappresentante di un’impresa edile fiorentina in relazione al pagamento di una tangente.

Redazione Nove da Firenze