Rubrica — In cucina

Cookstock riapre la porte al gusto l'8, 9 e 10 settembre 2017

Quarta edizione della kermesse enogastronomica a Pontassieve insieme a Ruffino


Pontassieve, 27 luglio - Tre giorni di cibo, vino, musica e tanto altro: da venerdì 8 a domenica 10 settembre a Pontassieve (FI) torna la 4^ edizione di “Cookstock - Ove la Sieve al Gusto si confonde”. Dopo il successo delle scorse edizioni, il centro storico riapre le sue porte al gusto per un fine settimana denso di eventi e iniziative enogastronomiche promosso dall’Associazione Cavolo a Merenda insieme al Comune di Pontassieve con lo speciale supporto dall’Azienda Ruffino.

Quest’anno ogni piazza del Centro di Pontassieve avrà una denominazione musicale. Piazza Vittorio Emanuele II sarà ‘Rock FOOD’ con la conferma dei migliori foodtruck e del cibo di strada con sapori e gusti da tutta Italia e l’enoteca Ruffino. Piazza Boetani sarà ‘Blues FOOD’ con i prodotti che ci riportano alle origini, ai campi e alla tradizione, con i ristoranti del territorio. Piazza XIV Martiri sarà ‘Soul FOOD’, il “luogo dell’anima”, con eventi esclusivi, lezioni di cucina, degustazioni, percorsi sensoriali e cucina con vista sul fiume Sieve tenuti da chef professionisti e curata dall’Ass Cavolo a Merenda, enoteca, bistrot, bar. Il piazzale Ruffino sarà ‘Pop FOOD’ con lo spazio dedicato alla pizza, un piatto tradizionale, un classico popolare per tutti. Come ogni anno, in occasione di Cookstock, Ruffino propone Cantine sempre aperte, visite guidate allo scoperta di una azienda che da secoli produce un vino che arriva sulle tavole di tutto il mondo. Il percorso guidato allo stabilimento e alle cantine sarà animato da attori, che intratterranno i visitatori raccontando storie con protagonista il vino, e si concluderà nella suggestiva “Bottaia di Bacco” della villa storica con una degustazione dei migliori vini Ruffino.

A San Francesco (Pelago) la musica invece si fonde invece con lo sport, piazza Verdi sarà ‘live FOOD’ e ospiterà 96 incontri di street basket e il palco per i concerti live.

La musica sarà il trade union dell’intera manifestazione con stage e performance di musicisti nelle piazze, a conferma della miscela perfetta tra cibo, vino e musica che ogni anno dà colore e rende unico ed originale Cookstock La kermesse, da quest’anno, si arricchisce di un nuovo spazio che esalta quei prodotti unici che nel rispetto della tradizione, garantiscono quella genuinità che solo produttori attenti sanno restituire. Questa è la filosofia del mercato de “Gli ingredienti di Cookstock” - una novità di questa edizione - con protagoniste in via Tanzini le nostre materie prime, genuine, di alta qualità e strettamente connesse al proprio territorio di produzione con gli stand dei presidi Slow Food toscani.

Da ricordare anche l’area dedicata alle associazioni locali, che avranno la loro vetrina durante i tre giorni di eventi, oltre ad una serie di eventi collaterali che “abbracciano” la cultura - con le mostre di Massimo Buccioni, in sala delle Eroine del Palazzo Comunale e di Andrea Martinelli nella Sala delle Colonne - e l’escursionismo con tour guidati alla scoperta delle colline del territorio. 

Redazione Nove da Firenze