Congresso Internazionale Euhofa, sfide del turismo nei prossimi 10 anni

Per i partecipanti all’evento degustazioni di olio extravergine, incursioni in antiche norcinerie, visite ai luoghi natii di Pascoli e Puccini, al teatro più piccolo del mondo e tra le vigne più alte della regione


 General manager dei più importanti gruppi dell’universo hotellerie, chef stellati, aziende e rappresentanti di oltre 200 tra le più prestigiose scuole di formazione in ambito di turismo e accoglienza si danno appuntamento a Lucca, dall’8 al 12 novembre, per affrontare l’ultima sfida del settore: imparare a emozionare ed emozionarsi. Dopo 10 anni il Congresso Internazionale Euhofa, nato nel 1962 per sviluppare una rete di eccellenze nella formazione all’accoglienza, torna in Italia grazie all’ospitalità e al sostegno di Fondazione Campus, scuola di alta formazione di Lucca.

Giunta alla 56esima edizione, la manifestazione si articolerà tra momenti di approfondimento scientifico e incursioni alla scoperta del territorio per i partecipanti al Congresso (su prenotazione per tutti gli altri), sull’onda del tema prescelto: “The emotion of Tuscan Hospitality”. Un’emozione che corre tra visite a tesori nascosti (come la cittadina di Barga), monumenti storici (immancabile la tappa in Piazza dei Miracoli a Pisa), antiche norcinerie e caseifici, degustazioni di olio extravergine d’oliva e dialoghi con i big del settore. Tra i relatori attesi: Marco Milocco, Senior Advisor and Tourism Development Manager del gruppo MPG Italia SRL, che gestisce alcuni tra gli hotel più lussuosi del Paese, Paolo Guarneri, General Manager Luxury Hotels, Donna Quadri-Felitti, Marvin Ashner Director Pennsylvania State University Dennis Redmont, Head of Communications Media and Development at the Council for the US and Italy, Alessandra Guidi, professore ordinario Università degli Studi di Pisa, già prorettore all’internazionalizzazione e direttore scuola di ispezione alimenti dell’Ateneo, ma anche Alessio Tessieri, maestro cioccolatiere e fondatore Scuola Tessieri, Alessia Gorni Silvestrini, a capo della comunicazione di Ballarini Paolo & Figli Spa, e Cantine Petra.

“L'evento – afferma l’assessore regionale al turismo Stefano Ciuoffo – rappresenta un momento di riflessione e approfondimento che ci permetterà di entrare a a fondo nelle politiche attive per il turismo, non limitandosi a trattare i soliti temi della valorizzazione e promozione, ma affrontando uno dei tasselli fondamentali del grande progetto del rafforzamento del settore turistico toscano: la formazione e la sua qualità. Possiamo avere a disposizione un prodotto splendido quanto vogliamo ma è indispensabile apprendere come proporlo, valorizzarlo e soprattutto venderlo. Questo è un passaggio centrale sul quale abbiamo più volte posto l’accento e questa occasione, fornita dalla Fondazione Campus, consentirà di entrare in contatto con operatori del settore ed esperti di scuole di livello mondiale per conoscere esperienze diverse e guardare con estrema curiosità fuori dai confini nazionali".

"I trend più recenti relativi al turismo - commenta il direttore di Toscana Promozione Turistica, Alberto Peruzzini - ci dicono che oggi l'hotel è sempre meno considerato come un luogo dove lasciare semplicemente i bagagli. Sono sempre di più, infatti, i viaggiatori che negli hotel cercano dei veri e propri Hub culturali e luoghi di aggregazione e di esperienze vere. Anche per questo, in termini di offerta, i pacchetti all-inclusive, specie nel settore del lusso, stanno sempre di più alzando la posta in gioco. E se i boutique hotel continuano ad essere abbastanza popolari gli hotel che permettono un'esperienza immersiva nella realtà locale sono quelli più richiesti dai viaggiatori. In questo contesto, un evento come il Congresso Internazionale Euhofa di Lucca è assolutamente strategico per rinnovare e accrescere la competitività del nostro sistema ricettivo".

“Questa iniziativa – dichiara Enrica Lemmi, Presidente del 56° Congresso Euhofa e Managing Director For Tourism, Education and Research di Fondazione Campus – rappresenta l’apice di un percorso intrapreso 14 anni fa. Da allora ci occupiamo di educazione e ricerca nel campo del turismo e del management, offrendo percorsi formativi in collaborazione con le più importanti università del Paese. Abbiamo voluto dare una connotazione internazionale, facendo rete fuori dai confini”. Un percorso che oggi frutta agli studenti dei corsi di Fondazione Campus uno dei tassi di placement più alti d’Italia, pari all’83% dei diplomati occupati a sei mesi dal conseguimento del titolo.

“L’importanza della formazione nel settore turismo è ormai un dato che viene costantemente sottolineato non solo dagli istituti di ricerca nazionali e internazionali – dichiarano gli organizzatori - ma anche dalle analisi delle associazioni di categoria. La comparsa di corsi universitari dedicati al turismo è abbastanza recente e ha registrato una crescita esponenziale negli ultimi 10 anni. Ad oggi si contano 38 corsi di laurea triennale, 25 corsi di laurea magistrale, 15 master di primo livello e 3 di secondo livello. Un’offerta fin troppo frammentaria, in cui è necessario mettere ordine. Anche perché i corsi di laurea in turismo non solo mostrano una buona tenuta numerica (3000 immatricolati nei percorsi triennali e 800 in quelli magistrali nel 2016), ma garantiscono anche una percentuale di occupazione post laurea superiore alla media”.

“Come Fondazione Campus – dichiara il Presidente, Prof. Salvatore Veca – siamo convinti che il settore turismo abbia bisogno di cultura del management ma anche umanistica. Per questo alla formazione accademica affianchiamo quella più direttamente professionalizzante. Con questi presupposti prende avvio il 56esimo CongressoEuhofa, con la necessità di coniugare un’accoglienza sostenibile e responsabile con le sfide tecnologiche che caratterizzano il turismo esperenziale dei nostri tempi”.

Gli incontri si svolgeranno in parte presso il Renaissance Tuscany Il Ciocco Resort & Spa, nel cuore dell’incontaminata Valle del Serchio, dove alloggeranno gli ospiti internazionali, in parte nella sede di Fondazione Campus, poco fuori dalle mura di Lucca, e ancora nella suggestiva location sulle colline di San Gennaro Palazzo Boccella, dimora nel 1500 e sede di Scuola MADE.

A fare da contraltare alle sessioni di carattere tecnico e scientifico, saranno i percorsi tematici alla scoperta di quelle emozioni cercate dal titolo del 56esimo Congresso Euhofa: dalla visita alla Fortezza delle Verrucole e al Caseificio Marovelli, fino al Podere Còncori, terra del vigneto più alto della Toscana, con incursione al Teatrino di Vetriano, il più piccolo teatro al mondo con i suoi 71 metri quadri. Un altro itinerario passerà per il Birrificio Petragnola, che produce la birra artigianale dal frumento più antico conosciuto, e per l’Antica Norcineria del Castello di Ghivizzano. Previste anche degustazioni di olio extravergine d’oliva. I partecipanti al Congresso avranno inoltre modo di conoscere i luoghi natii di Pascoli e Puccini e di apprezzare i tesori nascosti nei piccoli borghi del territorio, oltre alle principali mete turistiche.

Euhofa 2017 è organizzato con il patrocinio di EBTT (Ente Bilaterale Turismo Toscano), Federalberghi, ADSI (Associazione Dimore Storiche Italiane), Slow Food Garfagnana e Valle del Serchio, Città del Pane, Consorzio di Promozione Turistica della Versilia; con il supporto di Hosco, Ahlei, Ehotelier, Camera di Commercio di Lucca, Toscana Promozione Turistica, Repower, Typi, Cantine Petra, Antica Norcineria 1945, Casa Tessieri, Scuola Tessieri, Pastificio Mennucci Spa, Sandra & l’Angolo Dolce, Pasticceria Stella , Maria Pacini Fazzi Editore, Project Attitude Premium, Ballarini 1889 Professionale, C.E.L.F.A. Lucca.

Tutte le sessioni sono aperte al pubblico su prenotazione, compresi gli itinerari alla scoperta del gusto e delle tradizioni del territorio. Per prenotazioni e informazioni: info@euhofa2017lucca.org. Il programma completo è disponibile sul sito www.euhofa2017lucca.org

Redazione Nove da Firenze