Conferenza nazionale sulle politiche della disabilità

Funaro: «Firenze orgogliosa di ospitare l’evento»L’assessore al welfare: «grande la risposta dei cittadini»


L’obiettivo è favorire il confronto e lo scambio di buone prassi e metodologie affinché dalla conoscenza reciproca possano emergere soluzioni e servizi utili da replicare. La 5ª Conferenza Nazionale sulle Politiche della Disabilità si terrà a Firenze, alla Fortezza da Basso, il 16 e 17 settembre prossimi. Parteciperanno istituzioni, enti del terzo settore e organizzazioni rappresentative delle persone con disabilità e delle loro famiglie. La conferenza è organizzata dal Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali, presso il quale è attivo l’Osservatorio nazionale sulla condizione delle persone con disabilità, in collaborazione con il Comune di Firenze e la Regione Toscana. 

L’iniziativa è stata presentata, questa mattina a Palazzo Vecchio. dalla sottosegretaria al Lavoro e delle Politiche Sociali Franca Biondelli, l’assessore regionale al welfare Stefania Saccardi, l’assessore al welfare Sara Funaro e Raffaele Tangorra, direttore generale per l'inclusione e le politiche sociali del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali,
“Firenze è orgogliosa di ospitare l’evento che rappresenta una grande opportunità di confronto a livello nazionale sulle politiche legate alla disabilità e sulla promozione dei diritti e l’integrazione delle persone che ne sono affette - ha detto l’assessore al Welfare del Comune Sara Funaro -. Siamo felici che la conferenza si svolga nella nostra città a pochi mesi di distanza dell’approvazione da parte del governo Renzi della legge ‘Dopo di noi’, che introduce il sostegno e l’assistenza alle persone con disabilità grave dopo la morte dei parenti che li accudiscono e nel decennale dell'approvazione della Convenzione ONU sui diritti delle persone con disabilità. Anche noi come amministrazione abbiamo posto il tema della disabilità al centro della nostra azione di governo”.
“Siamo anche orgogliosi della risposta della città - ha continuato l’assessore Funaro – 350 persone offerte volontarie insieme a 30 associazioni. Questa è la dimostrazione che si tratta di un tema importante e sentito sul quale dobbiamo lavorare tutti insieme per garantire sempre più risposte”.
“Le giornate di Firenze rappresenteranno un momento importante per fare il punto della situazione e indicare gli obiettivi futuri - ha detto l’assessore regionale per il Diritto alla salute e al Welfare Stefania Saccardi -. Da sempre la nostra regione pone le politiche sociali e l’attenzione verso chi è in difficoltà al centro delle proprie politiche. Ultimamente abbiamo assistito ad alcune scelte del governo che hanno rappresentato un deciso cambiamento di direzione, ovviamente in positivo. Mi piace pensare che le esperienze della nostra regione e di Firenze siano state decisive per questo risultato”.
Come accaduto nella precedente edizione del 2013, che si è tenuta a Bologna, la conferenza avrà come focus la discussione del Programma biennale di azione sulla disabilità, elaborato dall’Osservatorio nazionale sulla condizione delle persone con disabilità, che sarà definitivamente approvato entro il mese di ottobre.
Sarà, inoltre, l'occasione per discutere dell'attuazione, da parte del Governo, del precedente programma nonché, più in generale, dello stato delle politiche in favore delle persone con disabilità. Verranno affrontati i temi più significativi per quel che riguarda l'area della disabilità quali la scuola, la salute, la vita indipendente, il lavoro, l'accessibilità, il riconoscimento della condizione di disabilità, il reporting e la cooperazione internazionale.
In particolare, il 16 settembre, dopo l’intervento della sottosegretario Biondelli in apertura dei lavori (previsto alle 10.15), Carlo Francescutti, coordinatore del comitato tecnico-scientifico, illustrerà il ‘Programma d’azione biennale e lavori dell’Osservatorio’. Nel pomeriggio, dalle 14 in poi, toccherà ai gruppi di lavoro, otto in tutto (riconoscimento della condizione di disabilita&768;; reporting e statistiche).
Sabato, invece, si partirà alle 9 con la sessione plenaria coordinata dalla sottosegretaria Biondelli che prevede le relazioni dei rapporteur dei gruppi di lavoro.
Alle 13 le conclusioni del Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali Giuliano Poletti.
A identificare la quinta edizione della Conferenza nazionale sulle politiche della disabilità sarà il logo multicolore disegnato dai ragazzi con disabilità del centro L.I.N.A.R. (Laboratorio invalidi Nave a Rovezzano) gestito dall'associazione dei genitori e dalla cooperativa sociale Matrix. I ragazzi hanno giocato intorno al concetto di diversità: intrecciando forme e colori diversi hanno formato stilizzazioni di persone diverse tra loro (una persona seduta in carrozzina, un uomo e una donna), ma tutte derivanti dalle stesse origini.
La conferenza sarà corredata da eventi collaterali, che vedono il coinvolgimento delle varie Regione che avranno degli stand alla Fortezza da Basso.

Info e programma su: https://conferenzadisabilita2016.wordpress.com/

Redazione Nove da Firenze