Chiusura per tre ore della SR 69

Al km 11+300 per il recupero di un camion finito nella scarpata. In corso da questa mattina le operazioni di alleggerimento del corpo di frana lungo la strada statale 3bis “Tiberina”


Nella sera di oggi la SR 69 dovrà essere chiusa al km 11+300 per circa tre ore, a partire delle 22, per il recupera di un mezzo incidentato (un camion che si è ribaltato ed è finito in fondo alla scarpata danneggiando la banchina). La chiusura totale al transito in entrambi i sensi di marcia della strada inizierà alle ore 22 di stasera e terminerà ore 01:00 del 17/02/2018. Il traffico sarà deviato sulla viabilità limitrofa alla SR 69 nelle due direzioni di marcia tra la rotatoria in località Mandò-Pian dell'Isola-Strada Comunale di Pian dell'Isola-Via Roma-Ponte sul fiume Arno in località San Clemente e la SP 18 in località San Clemente e viceversa. Per la deviazione della circolazione, essendo questa temporanea, sarà presente personale sia in corrispondenza della rotatoria in località Mandò-Pian dell'Isola che in corrispondenza dell'intersezione della SP 18 con la SR 69 in località San Clemente.

Anas ha avviato questa mattina i lavori di ripristino del corpo stradale in corrispondenza della frana che nei giorni scorsi ha interessato una piazzola di emergenza lungo la strada statale 3 bis “Tiberina” (E45) in provincia di Arezzo. Le operazioni riguardano, in questa prima fase, l’alleggerimento del corpo di frana tramite la rimozione del terreno franato e la successiva regimazione idraulica superficiale per garantire il corretto deflusso delle acque. Come noto, la piazzola era stata già in precedenza interdetta alla circolazione in quanto il personale tecnico aveva rilevato un primo segnale di dissesto sul piano viabile esterno alla corsia di marcia. Lo scorso sabato 10 febbraio, inoltre, il personale Anas aveva provveduto a chiudere la piazzola in modo definitivo dopo aver rilevato un peggioramento del dissesto che si è poi gradualmente aggravato nei giorni successivi. Il transito in direzione nord è attualmente consentito sulla corsia di sorpasso.

Redazione Nove da Firenze