Cercasi stanze a Firenze: il business di turisti e studenti

Città turistica ma anche universitaria, il capoluogo toscano ritocca i prezzi al rialzo e si prepara ad una nuova (ricca) stagione


Cercasi posti letto, stanze ed appartamenti: si affitta tutto. Ma si guadagna bene? A conti fatti una camera libera in un appartamento può corrispondere a 400 Euro al mese, ovvero 4.800 Euro l'anno che diventano 10.260 Euro se nella stessa camera si ospitano tre persone. 
Per l'appartamento i costi salgono a partire dal monolocale: si arriva ai 650-700 Euro al mese, ma cambia totalmente la tipologia di locazione.
Negli affitti turistici l'accusa sollevata agli host di AirBnB è quella di un arricchimento sregolato che gli interessati restituiscono però al mittente: tra spese vive e costi di gestione la rendita sarebbe moderata a patto di non avere a disposizione numerosi immobili.

Firenze sta cambiando. Ne sanno qualcosa gli amministratori condominiali sempre più chiamati a moderare controversie attinenti la presenza di inquilini all'interno di appartamenti gestiti personalmente dai proprietari o dati in gestione attraverso la formula del subaffitto. Una nuova professione quella del locatore che richiede grande capacità gestionale, ma anche criterio visto che esistono parametri vitali da rispettare quando si ospitano persone all'interno di locali in condominio.

Un business, quello dell'accoglienza per turisti e studenti, che sembra aver cambiato il volto di Firenze, destinata a fare da cornice 365 giorni l'anno ai flussi provenienti da fuori città. Con tutto ciò che la presenza di 'avventori' comporta ovvero street food per tutti i gusti, lavanderie automatiche, locali wifi free, servizi personalizzati ed intrattenimento.
L'offerta culturale è a misura di turista, ma anche gli studenti ricevono attenzione ad esempio attraverso la nascita di spazi di lavoro condiviso, laboratori artigianali e corsi di ogni tipologia che hanno oramai sdoganato il trend dell'apprendimento esperienziale che spazia dall'agricoltura alla pelletteria passando per la cucina e la manifattura.
Che siano turisti o studenti, sono comunque disposti a spendere soprattutto per il pernottamento e questo ha indotto numerosi proprietari ad abbandonare i classici contratti di locazione per gettarsi nel mondo degli affitti brevi.

Dopo l'imposizione della Tassa di Soggiorno, la scure di Palazzo Vecchio si è avventata sui proprietari e gestori in subaffitto, puntando ai grandi ma colpendo un po' tutti, per andare a colmare un settore turistico apparentemente libero da verifiche stringenti. E per quanto riguarda gli studenti?
A suonare l'allarme il Sunia ed i sindacati che vedono scomparire la residenza a lungo termine e l'uso degli immobili a scopo sociale.

Sono oggi in cerca di alloggio non solo i tanti turisti ma anche gli studenti fuori sede che spulciano le bacheche universitarie e prendono i numeri dai postit svolazzanti su fermate del tram e pali dell'illuminazione.
Si è appena fermato il conteggio degli introiti dovuti alla stagione turistica primavera-estate che già partono le moltiplicazioni per i posti letto che saranno occupati in stanze singole o condivise.

Secondo l’Ufficio Studi di Immobiliare.it i canoni risultano in aumento per il terzo anno consecutivo. Per una camera singola, in Italia, si spendono mediamente 416 euro al mese, il 4% in più rispetto al 2016 e il 9% in più in confronto a tre anni fa.

Firenze è al terzo posto in classifica dopo Milano e Roma e quest’anno ha visto più delle altre aumentare i prezzi delle locazioni di stanze: per una singola si spendono 400 euro, mentre per un posto in doppia 285 euro, rispettivamente il 13% e 14% in più rispetto al 2016.

Firenze si è riscoperta città universitaria. Nel capoluogo sono in fase di realizzazione e completamento nuove strutture pronte ad accogliere sempre più studenti stranieri che avranno a disposizione piccole città nella città con spazi ricreativi, coworking, servizi e piscina sul tetto.
Si alza dunque l'asticella così come nel turismo "di qualità" anche per gli studentati si punta ad un target di alto livello.

Redazione Nove da Firenze