Rubrica — Mostre

Centro Pecci: Renzi con i lavoratori nel cantiere

Il presidente del Consiglio ha visitato questa mattina il Centro per l'arte contemporanea, dov'è in fase di conclusione l'ampliamento della struttura, che sarà inaugurata il prossimo 16 ottobre. Rossi: "A Prato, una scommessa vinta dalla Regione"


Renzi, che ha espresso al sindaco Matteo Biffoni grande apprezzamento per l'architettura e la funzionalità dell'opera, ha salutato le autorità presenti, il prefetto, il questore e i comandanti dei Carabinieri e della Guardia di Finanzna, e si è poi soffermato per un saluto con i lavoratori impegnati nel cantiere e i due artisti già all'opera per l'installazione delle loro creazioni.

Ad accompagnarlo nella visita, oltre il sindaco il sottosegretario alle comunicazioni Antonello Giacomelli, l'assessore alla cultura Simone Mangani, l'assessore all'Urbanistica Valerio Barberis, il presidente della Regione Enrico Rossi, l'assessore regionale al Turismo Stefano Ciuoffo, il presidente del Consiglio regionale Eugenio Giani, i consiglieri regionali pratesi Ilaria Bugetti e Nicola Ciolini. Con loro anche i vertici della Fondazione Pecci, con la presidente Sanesi e il direttore del Museo, Fabio Cavallucci.

"Farò il possibile per essere presente all'inaugurazione", ha detto Renzi prima di lasciare il museo.

"Accogliamo la notizia con piacere - è il commento del presidente Enrico Rossi - il Centro Pecci per l'arte contemporanea è un museo regionale unico nel suo genere. Nonostante i tagli di questi anni, la Regione Toscana ha creduto nel suo progetto e ha investito oltre 12 milioni di euro per sostenerne le attività per restaurarne e ampliarne la struttura. Bene, quindi, che anche Renzi venga a salutare questa scommessa vinta dalla Toscana".

Redazione Nove da Firenze