Centro di Firenze, il Grande Fratello Social sulle risse estive

Residenti in allerta "Inizia la stagione calda" e sui Social appaiono video e foto delle prime risse


I Social Network sono entrati nella vita quotidiana dei quartieri toscani. A Firenze sono tanti i cittadini organizzati attraverso Gruppi Whatsapp e Facebook con i quali si condividono scatti dalle strade, notizie delle forze dell'ordine ed avvisi sulla mobilità urbana.
Non solo foto, a circolare rapidamente in rete sono anche brevi filmati fatti dalle finestre e dai marciapiedi. I residenti cercano di reagire in questo modo a ciò che avviene in strada: sentono di non essere creduti, servono le prove? Si tratta di un monito alla comunità o è un richiamo alle istituzioni?

L'ultima segnalazione dal cuore del centro storico arriva da via Palazzuolo "Tre interventi per risse in tre giorni. Chi comanda a Firenze il Prefetto il Questore il Sindaco o chi? Se non riuscite a controllare 200 metri di strada siamo messi veramente male. Denunce private e pubbliche, fiaccolate di strada, cosa noi cittadini dobbiamo ancora fare? Ditecelo e lo faremo cari amministratori. Se la strada è zona di guerra ditelo e alzate le mani, noi non molliamo ci inventeremo qualcosa".
Ad accompagnare il Post Foto e Video condivisi, taggati, linkati all'attività mediatica del Comitato.

Poche ore prima, sempre nella stessa strada, altra segnalazione "Pochi minuti fa, all'altezza dell'Hotel, tre o quattro giovani hanno preso a pugni un altro ragazzo, accusandolo di qualcosa. Difficile capire tra le urla di cosa lo accusassero. Ho chiamato la Polizia che è arrivata in 3 minuti. Hanno portato via il ragazzo pestato, anche per sottrarlo alla rabbia degli altri, mentre i ragazzi ancora inferociti, uno soprattutto visibilmente alterato, cui si erano aggiunte due ragazze, hanno seguito in corteo poliziotti e fermati verso via Santa Lucia".

Proprio oggi, all'indomani del fine settimana movimentato, parte la rimodulazione del traffico in via Palazzuolo con l'inserimento della nuova cartellonistica verticale ed orizzontale.
Cambia infatti il senso di marcia in ingresso da Porta al Prato attraverso la Porta Telematica di via Santa Lucia.
Sull'utilità del provvedimento residenti, commercianti ed artigiani rimasti in zona si sono divisi. C'è chi ha commentato "L'importante è fare qualcosa, dare un segnale di presenza" in questo momento la filosofia scelta sembra superare il senso pratico dell'operazione, non si farebbe affidamento sull'utilità, ma sulla considerazione.

Redazione Nove da Firenze