Centrale del Latte d’Italia S.p.A. prestito obbligazionario fino a Euro 15 milioni

Un prestito obbligazionario di ammontare nominale complessivo massimo pari a Euro 15 milioni, con scadenza al 2024


Il Consiglio di Amministrazione della Centrale del Latte d’Italia S.p.A. (“CLI” o “Società”) – società quotata dal 2001 al segmento STAR di Borsa Italiana oggi terzo player italiano del mercato del latte fresco e a lunga durata, con posizioni di leadership in Piemonte, Liguria, Toscana e Veneto - ha approvato in data odierna ai sensi dell’art. 2410 del Codice Civile l’emissione di un prestito obbligazionario di ammontare nominale complessivo massimo pari a Euro 15 milioni, con scadenza al 2024. La Società presenterà domanda di ammissione alle negoziazioni delle obbligazioni presso il segmento professionale del mercato EXTRAMOT di Borsa Italiana S.p.A..

Il Presidente di CLI Cav. Luigi Luzzati ha commentato “Con questa operazione Centrale del Latte d’Italia procederà per la prima volta all’emissione di un prestito obbligazionario che, una volta ammesso alle negoziazioni sul mercato EXTRAMOT PRO gestito da Borsa Italiana, contribuirà a rafforzare la visibilità della Società sul mercato dei capitali, dimostrando la propria capacità di operarvi in maniera strutturata”.

I proventi derivanti dal collocamento del prestito obbligazionario saranno utilizzati dalla Società per il pieno sviluppo dell’attività societaria e per il supporto alla strategia industriale attraverso principalmente il miglioramento del processo produttivo, lo sviluppo del piano commerciale e un’attività di rafforzamento anche in campo internazionale.

Si riportano di seguito i principali termini e condizioni del prestito obbligazionario:

Denominazione: “Centrale del Latte d’Italia S.p.A. – Tasso Variabile – 2017/2024”;

Ammontare massimo complessivo: Euro 15 milioni;

Lotto e taglio: obbligazioni, emesse in forma dematerializzata, in taglio pari a Euro 100 mila cadauna non frazionabile;

Sottoscrizione e circolazione: la sottoscrizione - e successiva circolazione - delle obbligazioni sarà riservata ad investitori professionali;

Data di emissione: entro dicembre 2017; Data di scadenza: entro dicembre 2024;

Interessi: le obbligazioni saranno fruttifere di interessi ad un tasso variabile indicizzato all’Euribor 6 mesi maggiorato del 3,25% per anno;

Pagamento interessi: in via posticipata, su base semestrale.

La documentazione relativa al prestito obbligazionario, ivi compreso il verbale del consiglio di amministrazione che ha deliberato l’emissione, sarà disponibile presso la sede della Società e sul sito internet www.centralelatteitalia.com sezione Investor Relations secondo le modalità e i termini previsti dalla normativa vigente.

Con 5 stabilimenti produttivi e circa 450 dipendenti, il Gruppo Centrale del Latte d’Italia produce e commercializza più di 120 prodotti che vanno dal latte e suoi derivati agli yogurt alle bevande vegetali e alle insalate di IV gamma che vengono distribuiti con i marchi TappoRosso, Mukki, Tigullio e Vicenza sui territori di riferimento attraverso oltre 16.000 punti vendita sia della grande distribuzione che del commercio tradizionale. 

Redazione Nove da Firenze