Capodanno cinese 2018: gli eventi a Prato e in Toscana

Siena festeggia con la musica del Franci ai Rozzi. A Firenze serata speciale al One Night in Beijing Fusion Bar & Restaurant


Anche quest'anno a Prato si festeggia il Capodanno Cinese. Il 2018 è secondo il calendario lunare cinese l'anno del Cane. Programma ricco di iniziative quello di domenica 18 febbraio che vede la tradizionale sfilata del drago nelle vie del centro storico e del quartiere del Macrolotto Zero organizzata dall'associazione buddista della comunità cinese in Italia e altre iniziative collaterali a cura delle associazioni della rete del Macrolotto Zero. Gli eventi sono patrocinati dal Comune di Prato. Domenica 18 febbraio, dalle 8 ci sarà la sfilata del dragone con partenza dal Tempio Buddista in piazza della Gualchierina. Arrivo alle 12 circa in Piazza del Comune. Dalle 8,30 alle 10,30 nei giardini di Via Colombo si terranno le Danze orientali con scenografia di figure, fiori, animali e personaggi leggendari della tradizione cinese. Alle 10.30, all'Associazione [chì-na] in Via Pistoiese 138 si sarà la Colazione da Chì-na. Tè cinese e pasticceria italiana. Alle 15 all'Overseas Chinese Service Center in Via Filzi 39 e ai giardini di via Colombo si terranno le letture animate per bambini. Racconti e leggende sul capodanno cinese. A seguire sfilata di abiti tradizionali. Dalle 15 in Piazza Gualchierina 19 le visite guidate al tempio buddista Pu Hua Si. Durata complessiva circa 45 minuti con inizio a cadenza oraria. E' gradita la prenotazione al 3450455549 (Davide). Dalle 17 l'Associazione Dryphoto arte contemporanea organizza Xīn Nián Kuài Lè! / Buon anno! la festa di quartiere in via delle Segherie. Buffet di buon augurio e allestimento scenico con lanterne cinesi. Apertura straordinaria mostra di Andrea Abati - Myriam Cappelletti con proiezione video.

Venerdì 16 febbraio, a Firenze, al One Night in Beijing Fusion Bar & Restaurant concerto letterario di due giovani artisti, il musicista Alessandro Meacci e lo scrittore e cantautore Antonio Il Grande che dopo cena, dalle 21.30 alle 23.00, daranno vita ad un particolare incontro fra la musica e la letteratura con la collaborazione del giovane poeta pratese Oluseun Isingbadebo. Il compositore Alessandro Meacci presenterà alcuni brani per pianoforte solo tratti dal suo primo album Tetraktys, inteso come sintesi di un percorso in cui ognuno dei quali richiama un preciso istante di vita. Un lavoro che si propone come ponte tra gli studi classici e le influenze del pop e del jazz. Lo scrittore Antonio Il Grande presenterà invece il suo ultimo libro, 5 euro, un'opera originale sia per la struttura che per la trama. La narrazione, infatti, segue il percorso di una banconota di 5 euro che, per pura coincidenza o destino, si ritrova nelle mani di diversi personaggi che vengono a loro volta conosciuti e osservati nel periodo di tempo che possiedono la banconota. Un filo d'Arianna, dunque, che unisce diciannove persone, a cui viene dedicato un capitolo ciascuno, e alle quali lo scrittore affida una riflessione che viene affrontata dai più differenti punti di vista: basta poco per essere felici? Ad Olusen Isingbadebo sarà affidata la lettura di alcuni brani tratti dall’opera di Antonio Il Grande. Consigliata la prenotazione della cena. Dopo cena ci sarà una dolce sorpresa per brindare al nuovo anno lunare cinese.

La musica del Franci festeggia il Capodanno Cinese con un concerto in programma domani, venerdì 9 febbraio al Teatro dei Rozzi di Siena. Per l’occasione i giovani talenti del Conservatorio senese parteciperanno alle celebrazioni per l’anno lunare "del cane" con una performance musicale che metterà in scena, dalle ore 17, i più grandi compositori di tutti i tempi. Il concerto rientra tra le azioni di scambio e collaborazione tra l’Istituto Superiore di Studi Musicali Rinaldo Franci, la città partner di Nantong (RPC) e il Dipartimento d'Arte dell'Università di NantongIl programma musicale della serata. Il concerto metterà in scena musiche eseguite con strumenti tradizionali cinesi dai docenti del Dipartimento d'Arte dell'Università di Nantong. Un mix di note e suggestioni per un’ampia carrellata che ripercorrerà il repertorio operistico, la tradizione musicale europea, italiana e toscana con musiche di Georges Bizet, Gaetano Donizetti, Vincenzo Bellini e Giacomo Puccini. Sul palco dei Rozzi si esibirà la classe di canto di Laura Polverelli, rappresentata da Domitilla Lai, Charlotte Couleau e Mengqing He, accompagnate al pianoforte da Matteo Canalicchio e Rocco Roca-Rey. Ospite speciale della serata sarà la soprano Antonella Gozzoli, ex allieva del Franci, che eseguirà un brano di Georges Bizet, la celebre Seguidilla dalla Carmen. A chiudere il concerto sarà il Maestro Luciano Tristaino, direttore del Franci, che porterà in scena una piccola perla di Camille Saint-SaënsUn flûte invisible’, per pianoforte, soprano e flauto, con Antonella Gozzoli e Matteo Canalicchio. L’evento musicale nasce dalla collaborazione dell'Università per Stranieri, insieme al Comune di Siena, con l'Università di Siena, l'Azienda Ospedaliero-Universitaria Senese e l'Istituto Superiore di studi Musicali Rinaldo Franci,

Redazione Nove da Firenze