​Cannabis a Firenze: semi a richiesta e corso di coltivazione in piazza

​Un vero e proprio corso con tanto di semina e distribuzione di semi


In piazza con i corsi di autocoltivazione di cannabis con la campagna Radical Cannabis Club primo appuntamento in piazza Montecitorio, martedì 18 luglio dove Luca Marola, autore del primo manuale di coltivazione spiegherà le tecniche di semina e coltivazione mentre i presenti le metteranno in pratica, compiendo così un'azione di "disobbedienza civile".

Il Tour del Radical Cannabis Club dei Radicali chiama a raccolta il popolo antiproibizionista.
Appuntamento a Firenze il 19 luglio alle ore 19.00 in Piazza Santo Spirito, una delle zone della città più esposte alle conseguenze delle politiche proibizioniste.
A tenere il corso Luca Marola, autore del libro «Autofiorenti, il primo manuale di coltivazione». A mettere in pratica le sue indicazioni saranno i dirigenti radicali: il segretario di Radicali Italiani Riccardo Magi e la presidente Antonella Soldo, che daranno luogo a una semina pubblica, e distribuiranno a chiunque ne farà richiesta i semi insieme alla tessera del "Radical Cannabis Club".

L'incontro è aperto all'adesione ed al contributo di movimenti, associazioni, collettivi e cittadini per un momento di dibattito aperto su politiche antiproibizioniste, approccio di riduzione del danno e cannabis terapeutica.

"Con la nostra legge di iniziativa popolare, che presto sarà assegnata alle commissioni competenti, la partita sulla legalizzazione della cannabis in Parlamento è tutt'altro chiusa. La lotta antiproibizionista quindi continua, anche in strada tra i cittadini, e martedì terremo un corso di autocoltivazione di cannabis proprio in piazza Montecitorio, per fare pressione sul legislatore" annunciano il segretario di Radicali Italiani Riccardo Magi e la presidente Antonella Soldo nel corso del Comitato nazionale a Roma. 

"Non sappiamo - proseguono - se quelle forze politiche proibizioniste oggi impegnate ad affossare il ddl dell'intergruppo cannabis legale saranno rappresentate anche nel prossimo Parlamento, sicuramente però ci sarà questa proposta di legge per la legalizzazione che abbiamo promosso come Radicali Italiani con l'Associazione Luca Coscioni: le leggi di iniziativa popolare infatti, contrariamente a quelle di iniziativa parlamentare, non decadono con lo scioglimento delle Camere ma durano due legislature", ricordano Magi e Soldo.
"Grazie alle firme di oltre 60mila cittadini e ai militanti che le hanno raccolte lottando contro una burocrazia medievale; grazie a tutte le altre organizzazioni promotrici e alle personalità che, da Vasco Rossi a Roberto Saviano, hanno sostenuto pubblicamente la campagna "Legalizziamo!", e grazie alla Presidenta Laura Boldrini che ha considerato validi i certificati consegnati in formato digitale, aggiornando la prassi al 2017, abbiamo fornito al Parlamento un altro strumento per accogliere la richiesta di diritti che viene dal paese, ascoltando anche le decine di magistrati e la Direzione nazionale antimafia che si sono dichiarati a favore di questa riforma di buon senso".
"La lotta radicale quindi non si ferma. Stiamo infatti per tornare in piazza con i corsi di autocoltivazione di cannabis della nostra campagna Radical Cannabis Club e il prossimo appuntamento sarà proprio in piazza Montecitorio, martedì 18 luglio: Luca Marola, autore del primo manuale di coltivazione spiegherà le tecniche di semina e coltivazione e noi le metteremo in pratica, compiendo così ancora un'azione di disobbedienza civile. Con noi ci saranno i compagni dell'Associazione Coscioni e i rappresentanti delle altre organizzazioni promotrici della legge di iniziativa popolare. Nei giorni successivi replicheremo i corsi di autocoltivazione a Firenze (il 19 luglio), a Napoli (il 20) e a Lecce (il 21). Una nuova mobilitazione per mettere il Parlamento davanti alle proprie responsabilità, affinché riprenda e porti avanti l'iter dell'intero ddl cannabis legale, respingendo l'ipotesi di stralcio della parte sulla terapeutica", concludono il segretario e la presidente di Radicali Italiani.

L'evento a Firenze

Radicali Radical Cannabis Club È ora di legalizzare le droghe Firenze Radicale - Per gli Stati Uniti d'Europa Cellula Coscioni Firenze

Hanno aderito all'evento: Gruppo consiliare regionale Sì - Toscana a Sinistra Gruppo consiliare Firenze riparte a Sinistra - Sinistra Italiana Gruppo consiliare Articolo UNO - MDP Firenze Comitati Piero Calamandrei, XI Agosto, Aria Nuova di Firenze Possibile Progetto Extreme e unità di strada Outsiders - info point su riduzione del danno e sostanze psicoattive - nell'ambito della campagna internazionale Support. Don't Punish.

Interventi di: Riccardo Magi, Segretario Radicali Italiani Antonella Soldo, Presidente Radicali Italiani Tommaso Grassi, Consigliere comunale, capogruppo Firenze riparte a Sinistra Luca Marola, Autore "Autofiorenti , il primo manuale di coltivazione" Alessandro Bavasso Mellini, Segretario Firenze Radicale - Per gli Stati Uniti d'Europa

Redazione Nove da Firenze